Palazzolo. Distretto del commercio: critiche dal PD.

Troppe note dolenti nelle spese del Comune. Scarne iniziative di marketing ed occasioni perse. Il circolo palazzolese del Partito Democratico scende di nuovo in piazza coi manifesti – che saranno esposti nei prossimi giorni – per contestare l’uso del contributo regionale per l’ottenimento del Distretto unico del commercio.
«Dobbiamo dare atto al sindaco di essere stato molto attivo nell’opera di reperimento fondi, che ha portato a Palazzolo 300mila euro, di cui una metà spettante al Comune e un’altra ai commercianti – spiega il portavoce del Pd, Gabriele Zanni -. Però ci lascia perplessi il fatto che la Giunta abbia deciso di impiegare il 43% del proprio investimento in azioni di marketing, comunicazione e promozione, quando altri Comuni limitrofi hanno preventivato per queste voci meno del 10%».

Ma è il dettaglio delle spese e il confronto con altri paesi a preoccupare maggiormente il Pd. «Cinquemila euro saranno utilizzati per il marchio del Distretto, a fronte dei mille di altri Comuni – prosegue Zanni -. Ben 25mila euro per la realizzazione del sito rispetto ai 3.000 di Seriate e 3.500 di Rovato; 45mila per un piano di comunicazione che prevede segnaletica e diffusione di opuscoli, 5mila per la fidelity card, 20mila per la campagna di comunicazione e 30mila per un sistema informativo di marketing che a noi sembra piuttosto una generosa attività di autopromozione del sindaco e della Giunta».

(fonte: giornaledibrescia)