,

Parte UNDER 12, nuova sezione dedicata ai ragazzi

 

Under 12 è uno spazio dedicato al mondo dei bambini e dei ragazzi, con particolare attenzione alla realtà di Palazzolo. La rubrica è a cura di Paolo B., un educatore che per passione e scelta professionale si interessa di tematiche riguardanti i minori.

IL MISTERO DELLA NUOVA SCUOLA DI MURA

a cura di Paolo B.

Tra qualche settimana alcuni genitori palazzolesi saranno chiamati ad iscrivere i propri figli alla
scuola dell’infanzia. Fra questi mamme e papà troveremo dei residenti nel quartiere di Mura alla prese con l’ormai surreale vicenda del nuovo edificio che dovrebbe – il condizionale è d’obbligo, a questo punto – sorgere in viale Rimembranze (ebbene sì, dinnanzi al cimitero!).

Ma ricapitoliamo la vicenda. Nel maggio del 2009 (alla vigilia delle elezioni comunali) viene posata la prima pietra dell’edificio alla presenza dell’allora sindaco Moreschi, di esponenti della sua giunta (alcuni fanno parte anche dell’attuale amministrazione), di bambini, insegnanti e genitori. Solenni discorsi, certezza nella realizzazione entro breve tempo della struttura.

Seguono mesi di silenzio: i lavori non iniziano, erbacce e e sterpaglie circondano la “prima pietra” ormai abbandonata agli umori delle stagioni che si susseguono.

A settembre 2010 (oltre 15 mesi dopo!) le insegnanti dell’attuale asilo di Mura, quello di via IV novembre, ormai decadente e incapace di soddisfare le richieste di un quartiere cresciuto esponenzialmente negli ultimi anni, lanciano l’allarme: chiedono ai genitori degli allievi un aiuto poiché la manutenzione della struttura è quasi nulla e dal Comune si levano solamente inviti ad attendere il sorgere della nuovo edificio.

Molti accolgono l’appello delle maestre e si rimboccano le maniche anche se l’asilo soffre di carenze dovute all’età e non facilmente sanabili. Fra i genitori che si rimboccano le maniche c’è l’assessore Stucchi, che coglie l’occasione per un annuncio a metà fra l’impegno politico e la promessa personale: “Il nuovo asilo sarà pronto per settembre 2011!”.

Ora, chiunque si rechi al cimitero, lì di fronte potrà scorgere il terreno destinato alla nuova scuola ancora deserto e constatare di persona lo stato dei lavori mai cominciati.

A questo punto credo che alcune riflessioni vadano avanzate. Anzitutto è evidente la miopia amministrativa di chi ha promosso la crescita del quartiere di Mura con centinaia di nuovi alloggi per centinaia di nuove famiglie senza creare contemporaneamente (o meglio, in anticipo) i servizi necessari, come ad esempio un nuovo asilo. In secondo luogo c’è da chiedersi perché l’assessore e la giunta attuale si siano impegnati con un proclama che i fatti stanno evidentemente smentendo.

E’ ormai sicuro infatti che la scuola non potrà essere pronta per settembre 2011.

Si tenga presente, infine, che la nuova struttura non solo andrebbe a sostituire l’ormai fatiscente asilo esistente, ma consentirebbe di ospitare un maggior numero di bambini, andando così incontro alle legittime esigenze dei residenti.

Il prossimo articolo:

  •  Le feste di compleanno dei bambini