Il corpo musicale inaugura l’anno con solidarietà

Apre il 2011 all’insegna della solidarietà con i paesi alluvionati del Veneto il corpo musicale Città di Palazzolo. Che domenica, tra una marcia e l’altra del «Concerto per la solidarietà», metterà all’asta alcuni strumenti musicali della sua storia per sostenere la raccolta di fondi.

Rinnovato a giugno il direttivo, che dopo l’elezione del nuovo presidente Gianpietro Gatta ha confermato la direzione artistica del maestro Giuseppe Orizio, il Corpo musicale palazzolese è ripartito di slancio superando i problemi che avevano provocato le dimissioni del precedente direttivo.

In attesa della nuova sede promessa dall’amministrazione comunale, il corpo musicale ha fatto ripartire le attività dell’Accademia, i cui corsi di musica hanno registrato 170 iscrizioni. A dicembre il direttivo ha ridato vita a Diapason, pubblicazione che racconta la vita della banda e le sue iniziative, e prodotto il grande concerto di Natale che ha registrato il tutto esaurito nel palazzetto dello sport , dove ha portato in scena integralmente «I pagliacci» e una sintesi della «Vedova allegra».

Impegnata nella collaborazione con le associazioni che stanno programmando le iniziative per i 150 anni dell’unità d’Italia, il Corpo nel giro di poche settimane è riuscito a organizzare il concerto di domenica, che porterà a Palazzolo anche le bande di Lumezzane, Villongo e Grumello. Per favorire la raccolta di fondi in un concerto a ingresso gratuito, maestro e presidente hanno pensato ad un’asta mettendo in vendita alcuni pezzi storici, tra cui spiccano storici ottavini, flauti, clarinetti, un sax alto e un flicorno.

«Ci saranno musicisti e amministratori delle località alluvionate – spiega Gatta -. L’obiettivo è far capire che la musica è un linguaggio per tutti come la solidarietà. Ci auguriamo che il pubblico partecipi con generosità».
(fonte: bresciaoggi)