Anche a Palazzolo la stazione cerca associazioni

Nuova vita alla stazione ferroviaria grazie alla cultura? Forse sì.
Infatti, c’è anche Palazzolo tra le stazioni per le quali Trenitalia ha aperto un bando di concorso alla ricerca di associazioni culturali, opere sociali, o società no-profit disposte a prendersene cura in cambio di avere una sede gratis per cinque anni.

L’idea, denominata ”Stazioni in Comune”, ha lo scopo di favorire nei locali delle ferrovie l’insediarsi di un gruppo che sia davvero a contatto con la realtà locale, così che possa servire anche da presidio contro il degrado e l’incuria.

Grazie a questa opera di volontariato si vorrebbe arrivare ad assicurare l’ordinaria manutenzione, la pulizia, l’apertura e la chiusura delle sale d’attesa e dei servizi igienici e anche la sorveglianza di impianti di videocontrollo a presidio della sicurezza dei viaggiatori stimolando al tempo stesso una sorta di protagonismo civile. (…)

E a Palazzolo?
“La situazione qui è buona”, racconta Adamina Falconi che da otto anni gestisce con la figlia Valentina Scarabelli l'”Orient Express”, per tutti il bar della stazione.
“Devo dire che qui la manutenzione è fatta spesso e che la Polizia locale non fa mai mancare il proprio aiuto, se necessario. In realtà però la zona è tranquilla e con il personale delle ferrovie c’è molta cordialità e collaborazione. Se poi arrivassero delle aassociazioni sarebbero certamente le benvenute.”

(fonte: inchiarinews.it)