Arriva il sì alla nuova caserma per ospitare la Polizia locale

Consiglio comunale fiume a Palazzolo per confermare il sostegno della civica Palazzolo Cambia alla maggioranza Pdl-Lega. Bocciata la mozione di PD e Impegno per Palazzolo, che chiedeva l’inno di Mameli, e votata quella contro cava e discarica di Telgate.
A tre mesi dall’ultima seduta, il consiglio ha discusso 25 punti con una seduta di otto ore, scoraggiando il pubblico. Tra i più discussi il piano triennale delle opere pubbliche («libro dei sogni» per Pd e Impegno) e bilancio preventivo. I revisori «vietando» nuovi mutui, hanno costretto l’amministrazione di Sala a cercare alternative per finanziare la costruzione della nuova caserma della Polizia locale, principale opera pubblica del 2011.

Senza entrate da oneri (il Pgt non prevede nuove aree edificabili), il bilancio pareggia a 18,5 milioni di euro. Prevede il piano delle opere pubbliche 2011, riparazioni di strade, completamento della tangenziale di via Malogno, la riapertura della passerella pedonale del quinto ponte (chiusa da tre anni), la sistemazione del palco del teatro sociale, (chiuso da due anni), e altri interventi tra cui spicca la messa in sicurezza del tetto della villa Lanfranchi.
La caserma sarà costruita dal movimento cooperativo palazzolese. L’impiego degli oneri del Cis 10, destinati in origine solo a villa Lanfranchi, dove si trovano fondo storico della biblioteca Lanfranchi e l’archivio storico, ha sollevato le critiche dell’opposizione. Dura la polemica tra i capigruppo Franco Piovanelli (Pdl) e Mino Baitelli (Pd) che ha ricordato che nel precedente mandato Pdl e Lega avevano garantito 1,2 milioni di euro per la villa. Sulla caserma, 2 milioni di euro, Tarcisio Rubagotti ha osservato che la cifra pare inadeguata e nel triennale mancano gli stanziamenti per rate di mutuo; Gabriele Zanni (Pd) ricordando che «Lega e Pdl hanno speso 4 milioni per il restauro, non finito, del municipio, rifiutando il progetto di Gamba di spostarlo nelle vecchie elementari di Mura», ha spiegato il no del gruppo: «Ne spendete altri due per una nuova caserma, perché non ci sono spazi sufficienti».

Gigi Urgnani, assessore alla sicurezza, ha ribadito che la caserma, nel parcheggio dell’ex piscina di San Rocco, è necessaria per la sicurezza. Sala ha spiegato che l’edificio, di cui non c’è ancora il progetto, sarà al servizio delle Amministrazioni vicine, permettendo a Palazzolo di assumere un ruolo di coordinamento. La polemica è proseguita sul piano triennale, in cui spiccano per il 2012 un investimento di 1,2 milioni di euro per il nuovo centro sportivo di San Pancrazio e 8 milioni di euro nel 2013 per costruire il nuovo polo scolastico, che dovrebbe occupare un’area che oltre a quella della media Fermi comprende parte della fabbrica Lanfranchi, che il Pgt prevede si sposti dall’abitato nell’area industriale. Il piano è passato con i voti di Pdl, Lega e Palazzolo Cambia.

(fonte: bresciaoggi.it)