,

Fallimenti, primo trimestre boom. 86 ditte ko.

A gennaio 23 aziende al capolinea, il mese successivo 32, a marzo altre 31: in provincia di Brescia continua la corsa dei fallimenti, a ulteriore conferma che gli effetti della peggiore crisi degli ultimi anni continuano a pesare sul sistema economico. Anche se, da più fronti, sembrano emergere segnali di ripresa, comunque confortanti, soprattutto per le imprese orientate all’export, in particolare per quelle con un occhio di riguardo alla Germania.
L’ennesima conferma al trend arriva dai dati del Tribunale aggiornati al mese scorso: un parziale, per il 2011, che chiude un primo trimestre sicuramente di corsa, già superiore rispetto a quello dello scorso esercizio culminato con il secondo totale peggiore nella storia della provincia. Gli 86 fallimenti sentenziati nel periodo gennaio-marzo si confrontano con gli 80 dello stesso periodo del 2010
: di questo passo l’intero 2011 rischia di andare in archivio con un altro primato non certo invidiabile. A nulla serve la leggera frenata evidenziata dai numeri dello scorso mese: le 31 ditte ko sono meno rispetto alle 42 di un anno prima. Tra le ditte arrivate al capolinea anche l’Azienda Agricola Medeghini di Medeghini Giovanni (società semplice) del gruppo di Mazzano, coinvolto dalle procedure da fine 2010.

(fonte: bresciaoggi.it)