Dopo le foto dei rifiuti per strada, ci scrive la Sogeim e lancia un appello ai cittadini

Mercoledi abbiamo pubblicato un articolo sui rifiuti scaricati ogni domenica sera in via IV novembre. Le immagini sono eloquenti, e non si sono fatti attendere dai lettori del blog commenti e identikit degli autori di queste azioni, solitamente notturne e, a quanto pare, non di palazzolesi. Ne riportiamo due, a nostro avviso significativi. Il primo è anonimo, il secondo è di un cittadino residente in via XXIV maggio, proprio una delle traverse di via IV novembre:

[…]sono persone che vengono da quintano e da cividino e scaricano anche sacchi di erba e sterpaglie anche nel quartier de gasperi e sempre tutto fuori dai casonetti (commento anonimo)

[…]io abito in via XXIV maggio e anche qui c’è sempre immondizia fuori dal cassonetto …..mi è capitato di vedere macchine con targa di bergamo scaricare sacchi di immondizia nel cassonetto e riempirlo in meno di 10 minuti ed era stato svuotato la mattina quindi la gente che abita nella via quando va a buttare la spazzatura non a più posto nel cassonetto (Christian Bolech, dalla pagina FB del blog)

In seguito alle foto e alla pubblicazione dell’articolo, ci giunge e pubblichiamo con piacere in homepage un lungo e articolato commento del presidente della SOGEIM SPA Alessandro Neè che fa il punto sulla situazione e invita i cittadini a denunciare questi abusi utilizzando il numero verde della polizia locale 800 911 117:

“E’ divenuta ormai insostenibile la situazione dell’abbandono di rifiuti ingombranti lungo le strade della città. Ogni anno, con lo spazzamento manuale e meccanico delle strade, sono raccolte circa 450 tonnellate di rifiuto e questo significa, oltre che senso di inciviltà, gravare enormemente sui costi del servizio di igiene ambientale la cui normativa di riferimento sancisce che “la tariffa a regime deve coprire tutti i costi afferenti al servizio di gestione dei rifiuti urbani”.

Per contrastare questo fenomeno di inciviltà, Sogeim ha sottoscritto e finanziato un accordo con il Corpo di Polizia Locale, il quale procederà a monitorare in maniera costante, con turni e personale ad hoc, le zone maggiormente colpite, sanzionando i trasgressori ai sensi del Regolamento comunale di Polizia Urbana e delle leggi speciali in materia.

La percezione del senso di sicurezza nella città in cui si vive parte anche da queste azioni.

Se per risolvere il problema della Campania il Governo ha previsto la reclusione per chi venisse sorpreso in flagranza di reato ad abbandonare rifiuti solidi urbani, anche a Palazzolo è giunto il momento di agire in maniera decisa, altrimenti si rafforzerà sempre di più la sensazione che ognuno è libero di fare ciò che vuole noncurante delle più normali regole della convivenza civile.

SO.GE.IM. S.p.a. invita tutti i cittadini, ritenuti la più preziosa finestra sulla città, a segnalare al numero verde gratuito 800-911.117, messo a disposizione dal Corpo di Polizia Locale, qualsiasi situazione possa ledere i più semplici principi di civiltà, ricordando che non si devono temere i gesti e le parole degli incivili, bensì il silenzio degli educati.

Con i migliori saluti.
IL PRESIDENTE (Alessandro Neé) “