Gioventù card, in anteprima la tessera per i più giovani e il modulo da compilare

(Clicca qui per scaricare il modulo
da consegnare all’Informagiovani o via mail a
informagiovani@palazzoloweb.it.)

Clicca sull’immagine
per ingrandire

Ieri è stata ufficialmente presentata agli organi di informazione locale l’iniziativa “Gioventù card”, una tessera gratuita che permetterà ai ragazzi dai 16 ai 29 anni di poter usufruire di sconti presso alcuni negozi cittadini. Il post e l’accesso al modulo (da scaricare, compilare e consegnare all’Informagiovani) resteranno disponibili, nei prossimi giorni, nella barra laterale destra del blog.

“La gioventù card è una iniziativa dell’ assessorato alle Politiche Giovanili che in collaborazione con l’assessorato al Commercio ha come obiettivo quello di dare un aiuto concreto ai giovani – spiega Selina Grasso, consigliera incaricata per le Politiche Giovanili – affinché possano usufruire di agevolazioni presso alcuni servizi e negozi cittadini. La tessera è gratuita e può essere ritirata presso l’Ufficio dell’Informagiovani
presso il Polo Culturale Biblioteca dopo aver complilato il modulo disponibile online sul sito del Comune di Palazzolo sull ‘Oglio. Gli esercizi e negozi aderenti a tale iniziativa sono menzionati sulla locandina e daranno ulteriori spiegazioni ai ragazzi che la esibiranno.”L’iniziativa trae ispirazione dal progetto ”Gioventù card” avviato a livello provinciale e successivamente adattato alla realtà palazzolese, coinvolgendo i ragazzi anche nella realizzazione grafica della tessera e della locandina.

Lo sconto che verrà applicato varierà dal 10% al 20% in base al negozio” aggiunge Piergiorgio Turra, assessore al Commercio, che sottolinea la scelta di negozi ed attività commerciali di effettiva utilità per un giovane palazzolese affinchè possa trarre reale giovamento dall’utilizzo della tessera.

Per il momento – conclude Turra – sono previste 500 tessere. L’iniziativa verrà comunicata da settembre anche nelle scuole e in base al riscontro di pubblico si deciderà se ripetere o meno l’operazione anche l’anno prossimo.”a cura della redazione di QuiPalazzolo