Rimossa la bacheca politica di via Firenze. La reazione del PD: "Questa è democrazia?".



Rimuovere l’impianto destinato alle affissioni in via Firenze, ritenuto obsoleto e non a norma. Questa la sintesi dell’ordinanza n.86 che ha trovato immediata applicazione questa mattina alle ore 11.00. 
Dall’ordinanza si apprende che ”l’installazione dell’impianto è in contrasto con il Piano Generale degli Impianti Pubblicitari” e che “la sua installazione risulta autorizzata mediante la nota n. prot. 1242 del 1984 e (…) tale nota risulta scaduta”.

La decisione ha scatenato la reazione del Pd che utilizzava la bacheca in questione. Dal sito del Partito Democratico si legge:

“Non ci si venga a dire che è una questione di rispetto del Codice della Strada, che in quanto tale avrebbe potuto essere tranquillamente risolta. Sarà soddisfatta la Lega, che con una comunicazione del gennaio 2011 della sua capogruppo consigliare, nonché segretaria politica (ndr Patrizia Piva) aveva sollecitato la rimozione delle bacheche stesse, lamentando addirittura una sorta di disparità di trattamento tra le varie forze politiche.”
Il Pd ha inoltrato alla redazione di QuiPalazzolo una lettera (pubblicata integralmente in fondo al post) inviata all’assessore Lancini l’ 8 marzo 2011 in cui manifestava il suo dissenso per la volontà di rimuovere l’impianto da parte di alcune forze politiche e proponeva l’installlazione di ”bacheche politiche” in più quartieri per tutti i partiti presenti in Consiglio Comunale. “La lettera non ha ricevuto alcuna risposta“, prosegue il Pd, “mentre l’amministrazione aumenta di ben 10 mila Euro lo stanziamento già cospicuo per la “Comunicazione ai cittadini”.
L’impianto rimosso è stato depositato nel magazzino comunale in via Golgi n.5. E la vicenda che ha già sollevato polemiche e aspri commenti su Facebook è destinata a far parlare di sé nei prossimi giorni.

(a cura della redazione di QuiPalazzolo)

> Leggi l’ordinanza n.86
> Leggi il commento integrale del Pd
> Di seguito la lettera all’ass. Lancini:

“Palazzolo S/O, lì 08.03.2011

Spett.le
LANCINI ROBERTO
ASSESSORE LAVORI PUBBLICI
COMUNE DI PALAZZOLO S/O
Raccomandata a mani
OGGETTO: Bacheche in uso al Partito Democratico di Palazzolo S/O site in via Marconi ed in via Firenze
Con la presente il Circolo del Partito Democratico di Palazzolo S/O è a sottoporLe alcune osservazioni in merito alle bacheche in oggetto, attualmente in uso al nostro gruppo. Tali considerazioni si rendono necessarie alla luce della delibera di Giunta n. 115 del 05.10.2010, alla successiva determina attuativa del deliberato, nonché della “lettera di sollecito” inviata all’Ill.mo sig. Sindaco in data 10.01.2011 prot. n. 473 dal Segretario locale della Lega Nord, sig.ra Patrizia Piva. In particolare la delibera predetta incaricava gli uffici di verificare e rimuovere le bacheche disseminate sul territorio di Palazzolo S/O sprovviste di idoneo titolo autorizzativo, mentre la comunicazione del segretario locale della Lega Nord faceva riferimento ad un presunto utilizzo abusivo delle bacheche stesse ad opera del Partito Democratico. Le segnalo che la bacheca in via Firenze è da noi regolarmente utilizzata in forza di autorizzazione, che allego in copia, rilasciata il 17.02.1984 prot. n. 1242 dall’allora Sindaco Capoferri rag. Giampiero all’arch. Vezzoli Osvaldo. Quanto invece alla bacheca di via Marconi essa è stata utilizzata per oltre 20 anni dai gruppi che facevano riferimento ai partiti del centrosinistra poi confluiti nel Partito Democratico ed è da circa tre anni impiegata dal nostro Circolo per attività informativa e/o di propaganda. Pertanto sommando la durata del possesso uti dominus dei nostri danti causa con il nostro, pare tranquillamente di potersi affermare che il diritto di mantenere la bacheca in esame risulta ampiamente usucapito ed in ogni caso sicuramente non abusivo. Non è chi non veda che sarebbe quindi illegittima la rimozione di tale bacheca, ad opera degli uffici comunali, così come richiesta anche dalla sig.ra Patrizia Piva. Si ritiene comunque che sarebbe lesivo del diritto dei gruppi politici, per di più se presenti in Consiglio Comunale, quello di ridurre spazi di comunicazione ovvero rendere più gravosa tale attività, ad esempio imponendo tariffe ad hoc, a tutto vantaggio dell’Amministrazione, che invece già è dotata di strumenti e possibilità ben più sviluppati ed efficaci. Si propone quindi che le suddette bacheche vengano lasciate nella loro ubicazione originaria, ovvero che l’Amministrazione predisponga degli spazi nei diversi quartieri di Palazzolo, simili a quelli di Piazza Roma, da dedicare alla comunicazione politica di tutti i gruppi seduti in Consiglio Comunale.

Resto in attesa di cortese riscontro e con l’occasione porgo
Distinti saluti”

Gabriele Zanni
Portavoce Circolo PD Palazzolo S/O