Palazzolo Rifiuti, tocca a Sogeim

di Roberta Bellino (giornaledibrescia.it)
Sede della banda, Sogeim e polo scolastico. Questi i temi principali che hanno animato la seduta del Consiglio comunale di giovedì che si è conclusa a tarda notte. Si è cominciato con l’interpellanza presentata dal Pd sulla necessità di una riallocazione del Centro di formazione musicale e del Corpo musicale «Città di Palazzolo sull’Oglio». Il sindaco Alessandro Sala ha ribadito l’impegno dell’Amministrazione nel voler trovare una rapida soluzione: «In questi mesi non abbiamo perso tempo, anzi.

Abbiamo valutato le esigenze della banda e preso atto delle risorse economiche del Comune, nonché raccolto la disponibilità della Fondazione Galignani. Molte sono le difficoltà, ma sono convinto che il 2012 sarà l’anno in cui la sede ci sarà».
Ma è stato l’affidamento a Sogeim del servizio di raccolta dei rifiuti urbani con la conseguente rinuncia agli accordi di una gestione sovraccomunale (oggetto di un’altra interpellanza del Partito democratico) a sollevare in Consiglio alcune polemiche. L’assessore all’Ecologia Roberto Lancini ha spiegato le difficoltà di un percorso normativo che hanno portato molti Comuni a rinunciare al progetto sovraccomunale.

«Di qui l’idea di affidare il servizio a Sogeim – ha affermato Lancini – perché possa proseguire in quanto realtà piccola, capace di garantire qualità, mantenere strutture snelle ed un legame consolidato e fiduciario con i clienti». Secondo quanto spiegato dall’assessore Lancini, Sogeim opererà in appalto con procedura ad evidenza pubblica, così da non eludere la concorrenza ed ottenere prezzi vantaggiosi. Il capogruppo del Pd, Guglielmino Baitelli, ha ribadito i dubbi sull’utilità del progetto, in cui Sogeim svolgerà solo un ruolo di intermediazione. Osservazioni che sono tornate nel momento dell’approvazione del nuovo statuto della società partecipata e della proroga di affidamento esclusivo del servizio di distribuzione del gas sul territorio.
Il Consiglio ha approvato anche il Piano per il diritto allo Studio presentato dall’assessore Gianni Stucchi, il quale ha sottolineato come «la collocazione del nuovo polo, prima ipotizzata in via Levadello, è rinviata alla stesura del Pgt, in quanto esso potrà rispondere ad una logica più coerente di pianificazione».
Sono stati infine approvati la variazione di bilancio previsionale 2011 e pluriennale 2011-2013 – presentati dall’assessore Romana Turra – nonché il piano delle opere pubbliche, che consentiranno il finanziamento con mezzi propri di opere di piccola entità, come la passerella Quinto ponte, e la costruzione quest’anno di piazza Indipendenza e la modifica all’intersezione in via Palosco.
Durante la seduta è stato inoltre modificato lo statuto comunale – su proposta del Pd – in materia di acqua pubblica ed accolta favorevolmente la donazione dell’ing. Giorgio Marzoli.