Oktoberfest a Palazzolo, in rete parte il boicottaggio.

Giorni fa abbiamo pubblicato l’evento, che si svolgerà dal 6 al 9 ottobre al Palafiera in viale Kennedy, organizzato dall’associazione ”Palazzolo Eventi’, intanto, sul più famoso dei social network c’è chi invita a boicottare l’evento. Sulla pagina della “contro-iniziativa” si motiva così l’invito a non partecipare all’Oktoberfest palazzolese:

“Boicottiamo la Festa della Birra organizzata da Palazzolo Eventi in una struttura comunale (il Palafiera, attualmente in gestione all’accademia Tennis) per sostenere i tanti locali ai quali viene imposto (dal comune) di chiudere l'”aperto” alle 24.00 e il locale all’1.00 di notte.

Non esistono cittadini di serie A e di serie B: se veramente esiste un problema di quiete pubblica, questo deve esistere in Piazza come in Viale Kennedy!
Trascorriamo quindi festose serate in allegria nei caratteristici locali del nostro centro storico e non in un capannone!”

Non tardano ad arrivare adesioni (un centinaio) e commenti. E, puntuale, giunge la presa di posizione dell’associazione che ha organizzato l’Oktoberfest:

“Abbiamo chiesto l’autorizzazione al Comune per organizzare la festa, in quanto previsto da Delibera di Giunta, pagando gli oneri necessari (feste di questo tipo le fanno in tutti i paesi, non mi sembra una cosa tanto straordinaria!).
L’evento è stato pubblicizzato a spese dell’associazione: se abbiamo fatto più pubblicità di altri eventi è semplicemente per il fatto che abbiamo speso più soldi (SO
LDI PRIVATI, non già pubblici!).
Per quanto riguarda il bere ci limitaiamo a dire che ognuno è padrone di sè stesso, quindi faccia quello che crede opportuno con il consiglio di restare nella moderazione. La scelta del viaggio in regalo è una questione di costi: difficilmente si potrebbe regalare un viaggio di migliaia di euro per l’acquisto di un caffé (e per la cronaca ha diritto a partecipare all’estrazione anche chi acquista un litro di birra analcolica).”

a cura della redazione di QuiPalazzolo