Vai a…

RSS Feed

20 agosto 2018

Una meteora lunga vent’anni


Facebooktwittergoogle_plusmail

a cura di Gian Bianchetti
Meteora – Metéoros -: che sta in alto, che sta nel cielo, questo dal vocabolario, ma nell’uso comune il vocabolo viene utilizzato per indicare un passaggio veloce.

Ora se vogliamo unire le due definizioni, per una semplice legge della fisica, la distanza siderale (alta nel cielo) fa apparire breve quello che in realtà può essere molto lungo. Alle volte anziché guardare da lontano basta avvicinarsi un po’ e si possono scoprire molte cose.
Tutto questo può essere riferito a METEORA gruppo letterario palazzolese che, quest’anno, compie i suoi primi vent’anni. Un viaggio di vent’anni che, se guardato da lontano, può sembrare velocissimo, ma, se guardato dalle alte vette raggiunte prenderà la sua giusta consistenza.

Fulvio Fapanni e Margherita Ruggieri furono gli artefici fondatori,
insieme ad alcuni amici, di questo sodalizio; i primi incontri – i reading erano ancora lontani – le prime pubblicazioni artigianali di “volantini” battuti a macchina sulla mitica lettera 22, i primi fascicoli in fotocopia, e le prime adesioni: nasceva un fiore, di parole, bello e ricco di umori. I primi tentativi di impaginazione, ovviamente – dati i mezzi – un po’ approssimativi, ma sentiti e pieni di contenuti poetici i tentativi di migliorare di arricchire: insomma un fermento che negli anni ha assunto carattere di ufficialità con sede fissa e riconoscimento anche da parte delle istituzioni.
Una bella realtà palazzolese!!
In realtà, palazzolese è l’ubicazione geografica perché negli anni il sodalizio si è arricchito di presenze che oramai abbracciano tutta la provincia di Brescia e un po’ anche quella dei cugini orobici e pure di qualche entità da terre straniere; intanto con l’era Internet si sono attivati collegamenti e scambi con altre realtà sull’intero territorio nazionale creando un flusso di contatti interessante e creativo.

Alcuni dei “poeti” pur di partecipare agli incontri del venerdì sera nella suggestiva sede del Castello, affrontano molti chilometri e l’anima di tutto questa attività, Fulvio Fapanni, spende tutto il suo tempo libero nell’organizzare, coordinare, programmare e realizzare tutto ciò che serve per far si che la poesia non resti nel cassetto di chi la scrive e pensa, ma che svolga il suo compito di comunicatrice di sensazioni, sentimenti, esternazioni, visioni e sogni.

Il giorno 22 ottobre prossimo alle 18 in castello, all’aperto se il tempo sarà clemente o all’interno del CACP col tempo inclemente, in occasione appunto dei vent’anni di meteora in collaborazione con gruppo “MOVIMENTO ARTISTI E POETI DAL SOTTOSUOLO” di Montichiari ed accompagnati dal tappeto musicale dell’eclettico Domenico Novali verrà offerta una lettura pubblica di alcune produzioni dei due gruppi letterari. L’ingresso è libero. Poi quattro chiacchiere e….
Potrebbe essere un’idea per conoscere altre realtà e trascorrere qualche momento diverso.

Altre storie daPalazzolo