Morti bianche, da inizio anno già 11 infortuni mortali in provincia di Brescia

Undici morti in meno di dieci mesi. E’ questa l’impressionante frequenza degli infortuni sul lavoro in provincia di Brescia secondo i dati elaborati dalle Asl lombarde. Nel periodo che va dal 1° gennaio al 13 ottobre 2011 sul territorio regionale si sono verificati 51 morti bianche. Un dato superiore sia a quello del 2010 che a quello del 2009. I macrosettori più colpiti sono “costruzioni” (33%) e agricoltura (27%). Settore quest’ultimo dove si è registrata una vera e propria impennata degli incidenti mortali. A livello territoriale è l’Asl di Brescia a registrare il maggior numero di infortuni mortali, ben 9, a cui vanno aggiunti i 2 verificatesi nel territorio dell’Asl di Valle Camonica.
“Dai dati” commenta Oliviero Girella, della segreteria della Camera del Lavoro di Brescia “risulta chiaro che la provincia di Brescia continua a detenere un triste primato, e questo nonostante la crisi economica e la conseguente diminuzione dell’attività produttiva. Gli infortuni mortali non diminuiscono e per questo chiediamo all’Asl di Brescia una maggiore incisività in tema di sicurezza sul lavoro”.

(fonte: bsnews.it)