L´ex bocciodromo apre alla cittadella del pentagramma

Il Piano delle opere pubbliche che approderà in Consiglio comunale entro la fine del mese dovrebbe dare forma alla cittadella del pentragramma, ovvero una struttura per dare ospitalità alla banda Città di Palazzolo e al centro di formazione musicale Mosca. Il progetto non sarà però quello che il sindaco Alessandro Sala aveva proposto mesi fa, lanciando l´idea di realizzare il complesso a Mura. Le sedi saranno ricavate nel bocciodromo di piazzale Dante Alighieri, recuperando la proposta avanzata dalla banda.

«E´ stato bocciato il progetto originale – conferma il vicepresidente del corpo bandistico Giuseppe Mosca – che pure avevamo messo a punto con il Comune coinvolgendo la fondazione Galignani che si era detta disponibile anche a partecipare all´investimento per realizzare un centro culturale polifunzionale. Il sindaco ha spiegato che l´investimento era troppo oneroso per le casse comunali». La banda ha cercato inutilmente di salvare l´intervento. «Il nostro sodalizio – osserva il presidente della Città di Palazzolo Giampietro Gatta – credeva fortemente nell´idea di un centro culturale e si era impegnato a trovare nuove risorse, partner e collaborazioni per realizzarlo». Ma tutto è stato inutile.
«Prima del raduno degli Alpini – racconta Gatta -, Sala ci ha convocato dicendoci che aveva deciso di riprendere quello presentato dal corpo musicale adattando il bocciodromo gestito dalla cooperativa. All´incontro c´erano e infatti i presidenti delle cooperative, Enzo Gaspari, e Gianluigi Brescianini che, convenendo sulla proposta, hanno detto che era opportuno coordinarsi».
«Noi – conclude Mosca -, abbiamo osservato che, nonostante la rinuncia alla soluzione migliore, avanzata dallo stesso sindaco, avremmo valutato la ripresa del nostro primo progetto. Il sindaco ha però concluso dichiarando di averne inserito la realizzazione nel piano delle opere pubbliche 2012, con uno stanziamento di 500 mila euro. Ci fa piacere comunque sia stato ripreso il progetto che avevamo elaborato inizialmente accompagnandolo con relazione economica e disegni: attendiamo, sperando che non faccia la fine di altri precedenti impegni per la nuova sede mai mantenuti in 15 anni».

(fonte: bresciaoggi)