Bocciodromo e bar affondato, parla la Cooperativa

di Roberta Bellino
Trentamila euro per la corresponsabilità nell’affondamento dell’ex bar galleggiante «Controcorrente». È quanto dovrà sborsare la Cooperativa sociale palazzolese, all’epoca dei fatti gestore del bar, in virtù dell’accordo conciliativo che le parti in causa stanno portando avanti da qualche mese. Si tratta infatti di una fetta di responsabilità – corrispondente al 5% – da ripartire insieme al Comune (20%), all’azienda appaltatrice (25%) e ai progettisti dell’opera (50%).
«Per fortuna siamo riusciti ad avere una totale copertura assicurativa – spiega il presidente della Cooperativa, Vicenzo Gaspari -, altrimenti avremmo dovuto pagare 30mila euro, oltre ad essere gravati anche degli 80mila euro di arredi e suppellettili persi con l’affondamento del bar ed in parte risarciti dal Comune».

Anche sul fronte bocciodromo ci sono alcune novità per la Cooperativa che tuttora gestisce l’immobile e le attività al suo interno.
Dal momento che la struttura di proprietà comunale costituirà la futura sede della Banda cittadina e del Centro di formazione musicale “Riccardo Mosca” – come affermato dal sindaco Alessandro Sala – verrà meno la convenzione stipulata con la Cooperativa. «Raccolgo favorevolmente le disposizioni del sindaco – conclude Gaspari -; ma mi auguro che verrà trovato un altro posto per ospitare tutte le attività in essere».
(fonte: giornaledibrescia)