Acer usa un’applicazione italiana per configurare i prodotti senza errori: l’idea nasce da una web agency palazzolese.

Server e sistemi storage su misura per l’azienda senza possibilità di errore nelle varie configurazioni e con il prezzo, anche questo personalizzato, immediatamente disponibile. Se la configurazione ad hoc dell’hardware non è una novità, il modo con cui Acer la sta gestendo da qualche mese a questa parte ha migliorato il lavoro dei partner del produttore asiatico.

Si tratta di un risultato raggiunto grazie a un’applicazione italiana, realizzata da una società della provincia di Brescia, la Business Create. Il progetto è stato introdotto in America a luglio di quest’anno e nel primo trimestre del 2012 Acer lo renderà disponibile anche in altre aree, tra cui l’Asia Pacifico.

«La configurazione è una parte molto delicata nell’acquisto di un server oppure di un apparato per lo storage», ha spiegato Alberto Scolari, responsabile Acer del progetto Sswc (Server & storage web configurator), «si tratta di scegliere un prodotto a cui affidare la gestione dell’azienda o di una parte di essa. Questo configuratore serve a tutta la catena della distribuzione, a cominciare dall’utente finale. Si decide quali sono le problematiche che si devono risolvere, quindi la capacità di elaborazione e memorizzazione. A questo punto, l’offerta è talmente vasta che per orientarsi il configuratore è molto utile».

L’applicazione funziona via web e l’utente tipo è il partner di Acer.
[…] «Prima avevamo un configuratore basato su Excel», ha proseguito il manager di Acer, «ma si trattava di un prodotto esclusivamente per gli addetti ai lavori, dato ai partner e aggiornato periodicamente, ma non aveva un collegamento continuo con la base dati comune come accade ora».

Il configuratore di Business Create ha permesso infatti di creare un’unica base dati centralizzata a livello mondiale con sede a Taiwan, presso l’headquarter della produzione, andando a sostituire il precedente sistema basato su singoli database separati per ciascun paese ed evitando duplicazioni di dati ed errori umani. […]

La società che ha realizzato l’applicazione per una volta tanto è italiana e ha sede in provincia di Brescia, a Palazzolo sull’Oglio. Partita nove anni fa come una classica web agency, si è poi specializzata su programmazione e servizi ad alto livello, abbandonando la creazione di siti tradizionali per realizzare applicazioni basate su web. «Il configuratore è il principale successo avuto finora», ha spiegato Nicola Vezzoli, fondatore e amministratore delegato di Business Create, «tutto rientra nel discorso del cloud computing, per cui anche le applicazioni da ufficio migrano online. Noi, in quest’ambito, ci concentriamo su quelle applicazioni delicate, strategiche per l’azienda».

Business Create ha continuato a seguire il configuratore di Acer mano a mano che arrivano feedback dagli utilizzatori per costruire la piattaforma intorno alle esigenze del produttore. «Abbiamo cominciato a lavorarci nell’agosto del 2009», ha proseguito Vezzoli, «ci sono voluti tre mesi di analisi, perché prima si utilizzavano fogli Excel molto complessi e densi di regole. La nostra applicazione contiene tutte quelle regole e, in più, aiuta l’utente nella configurazione. Per fare un esempio, non posso comprare un’auto con due ruote ma nemmeno posso aggiungerne una quinta se ne ho già montate quattro». Le caratteristiche tecniche di ciascun componente, insomma, devono essere compatibili con il resto della macchina, e l’intero processo è guidato così che non ci possano essere errori. Inoltre, il prezzo è calcolato sulla base dei profili dei partner.[…]

(fonte: milanofinanza.it)