Pdl pronto per il dopo-Sala, «Alle elezioni per vincere»

A una settimana dalle dimissioni della maggioranza dei consiglieri comunali di Palazzolo, che hanno messo fine all´amministrazione di Alessandro Sala fondata sull´alleanza tra Pdl e Lega Nord, proprio il Pdl palazzolese sta cercando di ricompattarsi e di definire una linea per affrontare le elezioni comunali di maggio.

Con una conferenza stampa Giampiero Capoferri(nella foto) , esponente della corrente Peroni, con l´ex sindaco Silvano Moreschi, e gli ex consiglieri Francesco Beghetti, Luisa Sala. ha fatto il punto della situazione.
«Sono stato chiamato dagli amici del Pdl – ha esordito Capoferri – a informare che il Pdl di Palazzolo c´è e ci sarà».

La mobilitazione pre-elettorale è già iniziata: lunedì sera sono state invitate tutte le anime del partito, Paolo Carnazzi, Tarcisio Rubagotti, Giuseppe Vezzoli, Stefano Ravelli, Roberto Pagani, Silvano Moreschi, Francesco Beghetti, Luisa Sala, Gianfranco Condello. Non sono venuti Massimo Chiodini, ex presidente del consiglio, e Armando Marini.
«A Palazzolo – ricorda Capoferri – il Pdl conta su circa 300 tesserati. Ci dispiace che siano usciti dal partito elementi come Giuliana Bertoli, Bruno Lancini, Romolo Mercuri e Giuseppe Vignoni e lo stesso Alessandro Sala. Ma abbiamo ancora uomini e idee chiare. Dopo il congresso provinciale inaugureremo, domenica 26, la nuova sede in via Matteotti e prepareremo le elezioni con l´assemblea organizzativa.»

Capoferri glissa su Sala e sullo scioglimento anticipato dell´amministrazione. «Abbiamo preso atto della sua uscita: la nostra corrente aveva accettato le regole della democrazia. Ma fare polemica ora serve a poco».
Sulle elezioni, Capoferri conta di portare al ballottaggio il candidato sindaco Pdl, che si vocifera sarà Paolo Carnazzi.

«Il Pdl – sottolinea Capoferri – qui rappresenta almeno il 30%, e finchè c´è l´accordo provinciale, riteniamo la Lega il potenziale alleato. Anche l´ex assessore Gianni Stucchi è un iscritto e per le alleanze le valuteremo, ma non escludiamo un accordo con la civica di Alessandro Sala, nè con l´Udc e con altre civiche. Abbiamo idee chiara sul programma. Palazzolo è una grande città: vorremo mettere in condizione i nostri imprenditori di risparmiare su tasse ed energia.Al centro del nostro programma ci saranno il contenimento della spesa pubblica, una rivisitazione del Pgt, dalle scuole al centro sportivo, Sogeim, il castello da finire».

Tornando al partito, Capoferri conclude: «Moreschi ha governato a lungo perchè ha fatto politica: abbiamo preso atto che Sala è stato sfiduciato forse perchè, privandosi dell´esperienza di chi aveva governato prima, è rimasto senza validi consiglieri».

di G. Chiari – bresciaoggi.it

>> Di seguito l’articolo sulla conferenza stampa del Pdl di R. Bellino del Giornale di Brescia.