Vai a…

QUI PALAZZOLO

Il Blog di Palazzolo sull'Oglio

CLICCA E SOSTIENI ‘HELIUM’

RSS Feed

21 giugno 2018

I debiti dei comuni bresciani. L’indice di indebitamento di Palazzolo è di 182 milioni.


Facebooktwittergoogle_plusmail

Comuni bresciani si confermano attenti al controllo dei conti e mantengono l´indebitamento entro parametri accettabili. Dal 2007 al 2009 – ultimo anno disponibile di dati aggregati forniti dall´Osservatorio bilanci enti locali di Brescia – l´indice di esposizione complessivo è aumentato solo dello 0,76%. Si tratta di un indicatore che definisce l´incidenza del debito sulle entrate correnti ed esprime la potenziale capacità dell´ente locale di far fronte, con risorse ricorrenti, alla copertura dell´ammontare complessivo degli impegni assunti.

Le situazioni sono particolarmente differenziate da territorio a territorio, ma nel complesso è possibile affermare che l´orientamento generale rimane virtuoso. Sempre stando ai dati medi: l´indice di indebitamento paria a 118,97 nel 2007 è cresciuto fino a 120,28 nel 2008, mentre nel 2009 è tornato a scendere attestandosi a 119,73. Mediamente ogni comune deve far fronte a circa 4 milioni di euro di stock del debito residuo (un indice pari a 100 indica quindi la capacità di autofinanziarsi completamente).

Dal 2007 al 2009 sono 76 su 206 i comuni che hanno visto crescere la loro esposizione, mentre per i restanti 130 comuni la posizione debitoria rispetto alle entrate correnti è migliorata.
I Comuni che a fine 2009 hanno presentato uno stock del debito più significativo sono in particolare Desenzano del Garda (oltre 35 milioni), dove la tendenza è ad un progressivo miglioramento, visto che nel 2007 l´indice era 164 e in due anni è stato portato a 128,6; Palazzolo sull´Oglio (oltre 25 milioni), anch´esso protagonista di un´opera di contenimento visto che si è passati dal preoccupante 227 fino a 181,7 e Manerbio (sopra i 22 milioni di euro) passato da 247,1 a 234,6. Tra i comuni con uno stock più significativo è in controtendenza Montichiari, che nel triennio ha visto crescere da 67,6 a 113,8 la propria esposizione con uno stock pari a 18,7 mln. Dalla parte opposta della classifica stanno i dati positivi di Offlaga e Quinzano, mentre Collio, Gottolengo e Irma avevano uno stock pari a zero.

Interessante anche vedere l´andamento di Collio, Ponte di Legno e Gavardo: si tratta dei tre Comuni che maggiormente hanno abbattuto l´esposizione. Al momento Ponte di Legno si trova con uno stock a 15 milioni cui fare fronte e Gavardo con uno stock da 7 milioni. Sono invece Borno, Berlingo e Prestine i tre Municipi che hanno visto crescere maggiormente la propria esposizione. In particolare i camuni attualmente evidenziano – in base agli ultimi dati disponibili – un ammontare del debito pari a 13,8 milioni totali. Senza problemi il capoluogo, il cui indice di indebitamento è da sempre contenuto, che nel primo anno (2009) dell´attuale Amministrazione ha visto scendere il valore da 7 a 5,9

(fonte: bresciaoggi.it)

Altre storie daPalazzolo