Elezioni anticipate e discarica di Telgate: Gabriele Zanni (candidato sindaco Pd) mette a nudo gli errori dell’ex sindaco Alessandro Sala e chiede chiarimenti.

Riceviamo e inoltriamo un comunicato stampa del Partito Democratico di Palazzolo:

Quanto abbiamo appreso oggi non è altro che lo specchio di un modo di amministrare che anche a Palazzolo è ora che venga messo definitivamente in soffitta dagli elettori. Un modo di fare più vicino alla propaganda che non all’amministrazione. Un modo di parlare alla pancia dei cittadini e non alla testa. Un modo di procedere grossolano e non suffragato da dati di realtà, atti e numeri, che ogni Giunta e Sindaco dovrebbe conoscere e con cui dovrebbe quotidianamente cimentarsi. La Commissaria Prefettizia, dott.ssa Verrusio ed il funzionario competente, illustrando agli ex capigruppo consiliari il bilancio che si andrà a breve ad approvare ha riferito che la spesa complessiva per le elezioni anticipate sarà di 43mila Euro. Cifra ben diversa dai 225mila Euro dichiarata dall’ex Sindaco Sala nei manifesti che non si era fatto scrupolo di affiggere per tutta Palazzolo, accusando i consiglieri dimissionari di far sperperare denaro pubblico.

Ci piacerebbe ora sapere dall’ex Sindaco quale calcolo aveva fatto nell’ipotizzare quella somma. Oppure ci aspettiamo che lo stesso affigga dei manifesti per ammettere il proprio errore e dare corrette informazioni ai cittadini. Non unico errore peraltro. Posto che è recente anche la risposta dei competenti uffici regionali, i quali hanno informato la nostra Amministrazione che il procedimento di Valutazione d’Impatto Ambientale relativo alla Cava-Discarica di Telgate non è sospeso, come “vigorosamente” sostenuto dall’ex Sindaco in un convulso Consiglio Comunale del dicembre scorso. Così come non è accoglibile la richiesta dal medesimo avanzata d’improcedibilità della VIA. In pratica due indizi fanno una prova.

di Gabriele Zanni,
candidato sindaco Partito Democratico