Vai a…
RSS Feed

12 dicembre 2018

“Il nuovo consiglio comunale avrà 16 membri eletti”, il punto di Francesco Ghidotti sulle elezioni a Palazzolo


Facebooktwittergoogle_plusmail

Dal 1946 i posti in consiglio erano trenta, ridotti poi a 20 ed ora a 16. Un dimezzamento causato da motivazione economiche: costo dei gettoni di presenza alle sedute. In questo modo si restringe la partecipazione: prima nel numero dei candidati, poi in quello degli eletti.

C’è da aggiungere che aumenterà il numero delle liste escluse dal consiglio comunale, perché per accedervi sarà richiesto un maggior numero di voti. Nel 2009 non sono entrati in consiglio Palazzolo a 5 stelle che aveva ottenuto 442 voti (4,35 %) e Forza Palazzolo con 408 (4,21%) .

Per conquistare uno del 16 posti del nuovo consiglio, saranno ora necessari oltre 600/700 voti di lista. Così la diminuzione dei membri della giunta che da sette scenderanno a cinque. Mi domando se questo proliferare di civiche abbia o no fatto il conto con queste difficoltà di rappresentanza in consiglio. Ci saranno liste con un solo eletto, quindi ulteriore frammentazione della rappresentanza politica.

Una seconda riflessione fa riferimento all’esperienza che una persona acquisisce, partecipando direttamente all’amministrazione di una cittadina di 20.000 abitanti.

La ricerca di un risparmio finanziario, ha alla fine sottratto a coloro, che per spirito di servizio alla comunità sono presenti nelle liste sperando di entrare in consiglio, un’occasione di arricchimento personale, che si riverbera sulla città. Se si scorrono i nomi degli amministratori si scopre che sono parecchi quelli che stanno in consiglio per più tornate amministrative. Una lunga esperienza è motivo per una maggiore considerazione da parte egli elettori.

A chi mi chiede quanto mi abbiano giovato gli oltre vent’anni passati in consiglio, rispondo: molto. Il tempo che ho dedicato alla cosa pubblica ha cambiato il mio modo di considerare i problemi di Palazzolo e, di conseguenza, una maggiore determinazione nella ricerca delle soluzioni che ritenevo migliori.

di Francesco Ghidotti

P.S. Nella foto scattata nel novembre 1971 (in occasione del XXV° del consiglio comunale), e gentilmente condivisa con QuiPalazzolo.it, sono in fila i sindaci Pedrali, Ambrosetti, Scaratti, Orsatti e Ghidotti.

Altre storie daPalazzolo