Vai a…
RSS Feed

13 dicembre 2018

AUTOBIOGRAFIA A FUMETTI, Giorgio Gualandris in mostra dal 22 novembre in biblioteca


Facebooktwittergoogle_plusmail
L’Associazione ” Il Maestrale ” sabato 22 novembre ore 17.00 inaugura la mostra del fumettista palazzolese Giorgio Gualandris.

L’autore sarà presente nei giorni dell’esposizione per mostrare al pubblico oltre alle sue tavole anche il procedimento che sta dietro alla realizzazione di una pagina a fumetti, disegnando all’interno dello spazio espositivo, dove verrà ricreato in piccolo lo spazio di uno studio. Ci auguriamo che questa iniziativa dia oltretutto la possibilità di aprire un dibattito con l’autore, un confronto e che possa mostrare al pubblico un mondo che molti conoscono bene solo come semplici fruitori del prodotto finito, senza però aver mai visto direttamente quale tipo di lavoro umano risieda dietro il prodotto commerciale confezionato per le edicole.

Perché AUTOBIOGRAFIA A FUMETTI? Perché l’autore ci racconta se stesso e la propria crescita non solo sul piano professionale, ma anche sul piano umano: questa mostra ha infatti lo scopo di illustrare l’evoluzione del segno e dello stile dell’autore che, partendo da una formazione classica lontana dall’arte sequenziale, raggiunge la propria maturazione.

L’arte del fumetto richiede fedeltà ai modelli iconografici preimposti, anche se alcuni ambiti di ricerca attuali stanno cercando di dare nuova linfa al genere, sfruttando al massimo la libertà d’espressione e l’invenzione artistica. Campo questo che sta avendo sempre più seguito negli ultimi anni. Sarà interessante mostrare in questa mostra come l’autore abbia padronanza sia del disegno tradizionale, legato alle esigenze editoriali della casa editrici storiche, come di un disegno di più libera espressione e teso alla ricerca espressiva che contraddistingue l’arte propriamente detta.

Per citare Filippo Scozzari che sosteneva che il fumetto è una “arte bambina”, cioè appena nata, ancora in cerca di una sua forma propria, diremo che questa mostra illustra in maniera chiara come questa nuova arte sia affascinante anche per il suo aspetto in fieri, da un lato ancora legata alle esigenze di un pubblico, di schemi e modelli classici della narrazione, soprattutto legati all’ispirazione cinematografica sui generis, forse volgarmente (possiamo dirlo) nazional-popolari, quanto di come sia invece un’arte propositiva, coraggiosa e spregiudicata, pronta a gareggiare con le arti ufficiali e alte, così come le ha fissate la nostra cultura.

Clipboard01

BIOGRAFIA AUTORE

Giorgio Gualandris nasce a Sarnico (Bg) il 13 gennaio 1977. Consegue la maturità artistica a Bergamo, quindi studia pittura presso l’accademia di belle arti di Brera di Milano, dove si laurea con 110 e lode nel novembre del 2002. Trasferitosi a Milano già negli anni dell’accademia G. trova successivamente impiego presso la casa editrice Mondadori, iniziando un rapporto di lavoro che si concluderà nel 2008. Contemporaneamente G. dipinge e scrive, continuando il proprio percorso di formazione  artistica.

Dal 2008 G. inizia a collaborare con le agenzie di pubblicità di Milano, realizza layout e storyboard e si appassiona alla tecnica dell’arte sequenziale. La pubblicità gli offre la possibilità di studiare le tecniche cinematografiche finalizzate alla narrazione. Il passo verso il fumetto è breve.

Dal 2009 G. inizia il proprio apprendistato al fumetto da autodidatta. Nello stesso anno pubblica il primo racconto sulla rivista Walhalla(Bologna), l’anno successivo vede l’inizio della collaborazione con il settimanale  L’eco di Monza, quindi con la casa editrice Allagalla di Torino, dove ha modo di entrare in contatto con autori professionisti, editori, disegnatori.

A partire da questi anni inizia la lunga realizzazione di un romanzo a fumetti, unita alla collaborazione con case editrici nazionali.

a cura dell’ass. IL MAESTRALE

Altre storie daPalazzolo