Vai a…

RSS Feed

21 settembre 2018

Alberto Vezzoli del Palazzolo Digital Hub nominato “Digital Champion” italiano


Facebooktwittergoogle_plusmail

Alberto Vezzoli, Amministratore di PDH Srl Impresa Sociale, è stato nominato Digital Champion di Palazzolo sull’Oglio (BS). Il Digital Champion è una carica istituita dall’Unione Europea nel 2012 e rappresenta un ambasciatore dell’innovazione.

«Il mio obiettivo è quello di creare opportunità di crescita e di lavoro, in particolare per i giovani, attraverso la diffusione della cultura digitale – ha dichiarato Alberto Vezzoli – Insieme alle persone che in questi anni mi hanno affiancato, ho cercato di promuovere l’innovazione nel nostro territorio attraverso l’organizzazione di un festival culturale (il Palazzolo Digital Festival, giunto già alla sua terza edizione) e la creazione di un Hub Digitale, di cui a settembre abbiamo inaugurato il laboratorio con stampanti 3D e che nel 2015 avrà una sede dedicata al coworking, agli eventi e alla formazione».

Chi è Alberto Vezzoli

Dopo una lunga esperienza nel campo della progettazione prima e nell’ambito commerciale poi all’interno del mondo industriale, Alberto Vezzoli (classe 1939) si è appassionato alle nuove tecnologie ed è stato cofondatore di una web agency. Dal 2012 è direttore del Palazzolo Digital Festival, il festival digitale della Franciacorta, giunto ormai alla sua terza edizione, sul cui palco si sono succeduti esperti del mondo digitale di fama nazionale e internazionale. Attualmente ricopre la carica di Amministratore Unico di PDH Srl Impresa Sociale, formula giuridica con la quale è stato creato il primo HUB Digitale di Palazzolo sull’Oglio.

Il Digital Champion
Ogni Paese dell’Unione Europea ha un Digital Champion con il compito di rendere i propri cittadini “digitali”. Le uniche eccezioni sono il Regno Unito, che ha avuto il primo della serie, Martha Lane Fox, ma oggi ha trasformato il ruolo virandolo sui temi della digital economy; e l’Estonia, dove l’incarico lo svolge il presidente della Repubblica.
In molti Paesi europei i Digital Champions stanno riuscendo a portare a segno risultati molto importanti creando reti di persone attorno a progetti in particolare di alfabetizzazione digitale. Svolgono anche un ruolo di stimolo nei confronti del governo e di raccordo in sede europea.

L’Italia ha avuto quattro Digital Champions in due anni. A differenza dei predecessori, e in linea con la raccomandazione dell’Unione Europea di declinare la carica andando sul territorio (“going local”), si è deciso di nominarne uno in ogni comune italiano: poco più di 8000. Una rete di attivisti, volontari, appassionati di digitale con il compito di mobilitare il paese porta a porta. Al momento in Italia ci sono 347 Digital Champions.

I Digital Champions italiani avranno tre obiettivi: 1) dovranno essere una sorta di help desk per gli amministratori pubblici sui temi del digitale 2) dovranno muoversi come difensori del cittadino in caso di assenza di banda larga, wifi ed altri dirititti negati 3) dovranno promuovere, anche con il ricorso al crowdfunding, progetti di alfabetizzazione digitale, dai bambini ai nonni.

Il Palazzolo Digital Hub
PDH Srl Impresa Sociale rappresenta un raggruppamento societario che unisce il Profit al non Profit con lo scopo di creare valore sociale per il territorio attraverso l‘innovazione digitale. La società è costituita dalla Fondazione G. A. Galignani a cui si sono affiancate alcune imprese del territorio (Gecofin S.r.l, Fonderie Ariotti S.p.A. e Ravelli S.r.l.).
Danno sostegno all’Hub anche la Società Pedrali S.p.A., con la fornitura degli arredi di produzione propria, e l’Amministrazione Comunale di Palazzolo sull’Oglio.

Le principali attività di PDH sono la formazione, attraverso i corsi della Palazzolo Digital Academy (l’ultimo concluso con grande successo agli inizi di dicembre 2014), la sperimentazione in laboratorio, tramite una location con stampanti 3D, schede Arduino, BeagleBone e Droni per i makers di domani (l’HUBLAB), il coworking per favorire la condivisione di idee e progetti e la creazione di una rete di imprese digitali che operano nel territorio per realizzare piattaforme digitali innovative e complesse.

L’inaugurazione del nuovo spazio del PDH dedicato al coworking e alla formazione, che avrà sede presso il Centro Fidelio di Palazzolo sull’Oglio in Viale Europa, avverrà agli inizi del 2015.

Altre storie daPalazzolo