Vai a…

QUI PALAZZOLO

Il Blog di Palazzolo sull'Oglio

RSS Feed

21 luglio 2018

PESSIMISMO E FASTIDIO


Facebooktwittergoogle_plusmail


Qualcuno di voi forse ricorderà questo tormentone della trasmissione “Ciro. Il figlio di target”. Riflettete: quante persone vivono in questa condizione di lamento continuo? Forse anche tu qualche volta ti sei sentito così.

Oggi ho scelto di parlare di pensiero negativo e pessimista.

Molte persone hanno una visione pessimistica  della vita, credono che capitino tutte a loro, che il mondo sia crudele e così via.
Ti chiedo di fare una riflessione: ,secondo te che tipo di esperienze attireranno queste persone nella loro vita?” risposta ovvia: ” attireranno sempre più difficoltà e problemi”. Certo perché ricorda come funziona la legge di attrazione che fa parte delle leggi che governano l’universo :” attiriamo nella nostra vita tutto ciò a cui prestiamo attenzione in modo continuativo e prolungato”.
Ecco svelato il “mistero”. Viene più facile dare attenzioni alle nostre paure, ansie e preoccupazioni piuttosto che focalizzarci sugli obbiettivi sogni e desideri. Tuttavia con questo modo di pensare non faremo altro che attirare ulteriori frustrazioni, dolori e depressione. Quindi, alleniamoci costantemente a correggere il tiro e a dare energia ai pensieri positivi per vivere un presente più leggero e generare un futuro più felice. Alcuni di voi potrebbero obbiettare che si tratta di una visione semplicistica della vita. In parte è vero. Pensare positivo non serve per evitare i problemi, le malattie, le difficoltà ma per viverle meglio. É il nostro atteggiamento che conta. Se ci ricordassimo che ci sono prove a cui veniamo sottoposti  per imparare  una lezione, smetteremo di chiuderci nel giudizio, ma ci predisporremmo ad un atteggiamento di accoglimento ed apertura, necessari per la nostra crescita interiore  ed evoluzione.

A cosa serve in fondo arrabbiarci e chiuderci in noi stessi, se non a soffrire maggiormente  e a posticipare  il passaggio ad una maggiore consapevolezza ? Quindi per facilitare la nostra crescita ed il superamento delle difficoltà, dobbiamo smettere di lamentarci e piangere sul latte versato, ed iniziare finalmente ad andare oltre le prove e le difficoltà, con atteggiamento proattivo e fiducioso e non più passivo, accusatorio e pessimista.

Pensa ora ad una difficoltà che stai affrontando e presta attenzione a quali parole usi per esprimerla, quali pensieri formuli. Sono parole coraggiose e produttive, o sono dei lamenti inconcludenti che ti tengono inchiodato nella situazione? Se fai parte della seconda categoria, sforzati e prova a riformulare e a correggere la tua visione del problema, e nei prossimi giorni osserva cosa succede. Ricorda di tenere un atteggiamento positivo e propositivo con la fiducia che tutto si risolverà anche se non sai esattamente quando. Solo se hai e sviluppi fede incrollabile nella risoluzione  del problema, potrai davvero sperimentarla.

Provare per credere anzi credici e lo proverai subito! (e se hai voglia di provare con noi, vienici a trovare in associazione).

Con pace e amore
Laura

ATLA Formazione

o.254450

Tags: , , , ,

Altre storie daPillole di consapevolezza