Vai a…
RSS Feed

12 dicembre 2018

Giorno della memoria, a Palazzolo una mostra, incontri e proiezioni per non dimenticare lo sterminio nazista


Facebooktwittergoogle_plusmail

In occasione della Giornata della Memoria, che si celebra in tutto il mondo il 27 gennaio per commemorare le vittime dell’Olocausto, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Palazzolo sull’Oglio, grazie alla collaborazione di alcune Associazioni, ha organizzato anche per quest’anno una serie di iniziative con cui rendere omaggio ai deportati e ai caduti nei campi di sterminio.
Alle ore 17.00 di martedì 27 gennaio, il gruppo giovanile dell’ANPI “Nuova Resistenza” e il Centro di formazione musicale “Riccardo Mosca” promuoveranno un incontro dal titolo “I bambini…li hanno portati via”, che si terrà presso la Sala Conferenze della Biblioteca “G.U. Lanfranchi” in via Lungo Oglio Cesare Battisti. A seguire otto colpi di sirena risuoneranno in piazzale Papa Giovanni XXIII alle 18.00, dove, alla presenza delle autorità cittadine, delle istituzioni scolastiche e della cittadinanza tutta, sarà reso un omaggio alle vittime delle deportazioni presso il monumento alla Resistenza.

In vista della Giornata della Memoria, i palazzolesi saranno poi accompagnati in un percorso di approfondimento della storia dell’Olocausto e di sensibilizzazione sul tema dei diritti dell’uomo, della sua dignità e della lotta alle discriminazioni, che si svilupperà a partire dalla mostra “Aktion T4. Vite indegne di essere vissute”, visitabile fino al 23 gennaio presso la Sala Conferenze della Biblioteca “G.U. Lanfranchi” (nei giorni feriali, oppure la domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18). Curata dall’Anffas Brescia e proposta dall’ANPI “sez.V.Toti” e dal gruppo giovanile “Nuova resistenza” in collaborazione con la Rete scolastica Progetto Storia, la mostra ripercorre, attraverso documenti e fotografie, la tragedia delle pratiche di uccisione condotte dai nazisti sulle persone con disabilità tra il 1939 e il 1945, mettendo a punto una macabra anticipazione di quanto avvenuto con la Shoah. Particolarmente toccanti le testimonianze e le ricostruzioni degli esperimenti dei medici dell’epoca e la rievocazione di quanto accaduto in 22 reparti infantili di ospedali e case di cura nazisti, ufficialmente preposti a cure specialistiche, ma in realtà destinati all’eliminazione dei bambini sotto i tre anni di età affetti da gravi malattie genetiche. Oltre 250.000 le vittime, tra adulti e bambini, di queste forme di eutanasia selvaggia.

A corollario di detta mostra, domenica 18 gennaio, alle 17.00, sempre nella Sala Conferenze della Biblioteca, il Prof. Rolando Anni, dell’Archivio storico della Resistenza bresciana e dell’età contemporanea dell’Università Cattolica di Brescia, terrà un incontro sul tema “Tra eugenetica nazista e soluzione finale”, a cui seguirà l’intervento del Prof. Marco Faini, direttore di Anffas Brescia su “Le persone con disabilità oggi, tra diritti e discriminazioni”.
In collaborazione con l’Oratorio di San Sebastiano di via Palosco, le suddette Associazioni proporranno altresì un cineforum sul tema “Per non dimenticare”, per cui il 20 gennaio alle 21.00 sarà proiettato il film “Hanna Arendt” e il 27 gennaio, alla stessa ora, “Corri ragazzo corri”.

Tutte le manifestazioni legate alla Giornata della Memoria si concluderanno, infine, giovedì 5 febbraio con la conferenza del Prof. Cyrille Aslanoff intitolata “La rimozione della tragedia armena”, che farà memoria del genocidio subito dal popolo armeno nell’anno del 100° anniversario. La conferenza è organizzata nell’ambito del Festival “Fare Memoria” dall’Associazione Filosofi Lungo l’Oglio e si terrà presso l’Auditorium San Fedele alle ore 20.45.

(fonte: comunicato stampa)

Altre storie daPalazzolo