Vai a…

RSS Feed

22 agosto 2018

Palazzolo. Gestione servizio spazzamento, il sindaco Zanni: “Migliorato il servizio e ridotti i costi.”


Facebooktwittergoogle_plusmail

Alla luce di alcune considerazioni dei rappresentanti della locale sezione della Lega Nord, riassunte in questi giorni in un volantino che sta circolando a Palazzolo sull’Oglio, nel quale sono riportate informazioni errate, oltre che le solite allusioni a presunte irregolarità compiute dall’Amministrazione Comunale nell’affidamento del servizio di spazzamento manuale dei quartieri, il sindaco Gabriele Zanni intende fornire alcune precisazioni.

“L’affidamento del servizio di spazzamento e pulizia manuale del territorio comunale – chiarisce Zanni – si è reso necessario per garantire quotidianamente un maggiore decoro urbano anche laddove lo spazzamento meccanico non risulta efficace, in prevalenza su marciapiedi e aiuole, ma anche in quelle zone dove il tradizionale spazzamento avviene con minor frequenza. E si tratta di un servizio che è stato ampiamente apprezzato dalla popolazione residente”.

Non solo. Nell’istituire il servizio si è avuto un occhio di riguardo alle ricadute sociali dello stesso. Proprio grazie a questo ulteriore ausilio, garantito da 5 persone (una per ogni quartiere della città), assunte da una cooperativa e non dal Comune di Palazzolo, che altrimenti sarebbero disoccupate, si è potuto ridurre complessivamente lo spazzamento meccanico delle strade ed anche i costi per il servizio nella sua totalità. “Dagli oltre 300 mila euro degli anni precedenti, con punte di 354 mila euro nel 2011, siamo passati a circa 170 mila euro nel 2014, anche grazie al ribasso ottenuto in sede di gara – sottolinea ancora il sindaco -. A questi si sono aggiunti in via sperimentale dal secondo semestre dell’anno scorso 44 mila euro per le spese di spazzamento manuale, per una cifra complessiva di 214 mila euro, ampiamente al di sotto della spesa di cui il Comune era chiamato a farsi carico negli anni precedenti”. 

Quanto ai costi per lo spazzamento (meccanico e manuale) che graveranno sulle casse comunali quest’anno, non si prevede un superamento di 221 mila euro complessivi, ben 130 mila euro in meno rispetto al 2011 e circa 80 mila euro in meno anche rispetto al 2012 e 2013. Una gestione diversa del servizio, quindi, ma non di minore qualità, che ha contribuito anche a ridurre la tariffa dei rifiuti del 10% in media per i cittadini palazzolesi.Quanto ai mezzi in dotazione agli addetti allo spazzamento manuale, l’Amministrazione Comunale fa sapere che si tratta degli stessi strumenti affidati anche negli anni precedenti, persino sotto Amministrazioni sostenute dalla Lega Nord, alle due persone che già offrivano lo stesso servizio in centro storico. Un lavoro che è stato quindi semplicemente esteso su tutto il territorio comunale, con un maggior numero di addetti.

Infine, a proposito del bando con cui la cooperativa sociale titolare oggi del servizio si è aggiudicata l’appalto, il sindaco Zanni aggiunge che “nelle modalità di aggiudicazione sono state pedissequamente seguite le linee guida dell’Autorità per i Lavori Pubblici per le procedure competitive negoziate. E’ stato fatto un primo avviso pubblico esplorativo per raccogliere l’interesse di eventuali Cooperative Sociali di tipo B alla gara. Sono state invitate poi alla gara vera e propria 4 Cooperative, oltre ad una che aveva manifestato interesse. E l’aggiudicazione dell’appalto è avvenuta sulla base del criterio della proposta economicamente più vantaggiosa”. 

(fonte: comunicato stampa)

Altre storie daPalazzolo