Vai a…

QUI PALAZZOLO

Il Blog di Palazzolo sull'Oglio

CLICCA E SOSTIENI ‘HELIUM’

RSS Feed

20 giugno 2018

Gran Premio di Matematica Applicata: una studentessa bresciana sul podio della XIV edizione


Facebooktwittergoogle_plusmail

E’ Beatrice Segalini del Liceo Scientifico “Leonardo” di Brescia la terza classificata della quattordicesima edizione del Gran Premio di Matematica Applicata, promosso dal Forum ANIA – Consumatori in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Sono 40 i piccoli geni della matematica premiati sabato a Milano, che hanno prevalso sugli oltre 6.200 studenti degli ultimi due anni delle scuole secondarie di II grado della Lombardia, del Piemonte, dell’Emilia Romagna e della Liguria che hanno preso parte al Gran Premio quest’anno.

Sul primo gradino del podio del Gran Premio si è posizionato Mattia Libralato del Liceo scientifico “Enrico Fermi” di Cantù, in provincia di Como.

Dopo la vittoria della scorsa edizione, si sono confermati tra i campioni alcuni studenti bresciani che anche quest’anno hanno partecipato in forze alla competizione dedicata agli amanti della matematica. Oltre alla medaglia di bronzo conquistata da Beatrice Segalini, altri sette studenti hanno tenuto alta la bandiera di Brescia: tra questi, Mattia Bagnabosco del Liceo scientifico “Golgi” di Breno, che si è aggiudicato il quarto premio. Si piazzano in quinta posizione ex aequo Sebastiano Bianchi e Federico Ettori, entrambi del Liceo Scientifico “Leonardo” di Brescia. Tra i primi dieci classificati, inoltre, altri due studenti dalla provincia di Brescia: a pari merito al settimo posto Matteo Menghini del Liceo scientifico “Antonietti” di Iseo e Davide Baffelli del Liceo scientifico “Golgi” di Breno. Infine, si piazzano in ottava posizione Bruno Guindani del Liceo scientifico “Calini” di Brescia e Davide Danesi del Liceo scientifico “Leonardo” di Brescia.

Al di là dei numeri appresi nelle aule, gli oltre 6.200 ragazzi che hanno partecipato alla manifestazione hanno potuto comprendere concretamente come la matematica sia presente, in maniera più o meno visibile, in molte situazioni della vita quotidiana. È proprio alla realtà di ogni giorno che si ispirano, infatti, i quiz proposti nella competizione, che propongono problemi originali e divertenti che si risolvono applicando i modelli matematici intuitivi alla vita reale. Così il Gran Premio di Matematica Applicata si propone di valorizzare le competenze logico-matematiche degli studenti, motivandoli a coltivare, anche nel corso degli studi universitari, il loro talento nei campi matematico, statistico o finanziario, ricchi di opportunità di lavoro per il loro futuro.

La competizione si è svolta, come per le precedenti edizioni, in due fasi distinte. I ragazzi hanno sostenuto la prima prova nella propria scuola di appartenenza: hanno superato la prima fase gli studenti che hanno ottenuto i cinque migliori punteggi in ognuno degli istituti aderenti. I ragazzi che si sono aggiudicati un posto nella finale, si sono poi sfidati il 12 febbraio scorso presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano nella seconda manche, che ha decretato i 40 vincitori.

I campioni del Gran Premio hanno portato a casa tablet, smartphone, e-book reader e altri dispositivi multimediali utili alla loro formazione. I vincitori sono stati premiati, insieme ai loro professori, durante una cerimonia tenutasi il 7 marzo 2015 presso l’Aula Magna dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, in presenza di rappresentanti del mondo accademico, del Forum ANIA – Consumatori e del settore assicurativo.

Nel corso della cerimonia, inoltre, sono state consegnate agli studenti più meritevoli alcune borse di studio per il Corso di Laurea in Scienze Statistiche, Attuariali ed Economiche e dell’indirizzo Metodi Quantitativi del Corso di Laurea Triennale EMIF dell’Università Cattolica.

(nella foto da sinistra Matteo Meneghini (7° premio) del Liceo scientifico Antonietti di Iseo, Davide Danesi (8° premio) e Sebastiano Bianchi (5° premio) del Liceo scientifico Leonardo di Brescia con la prof. Aurelia Rossi, Davide Baffelli (7° premio) con il Prof. Fiorini del Liceo scientifico Golgi di Breno.)

Altre storie daPalazzolo