Vai a…

RSS Feed

22 agosto 2018

Emergenza abitativa: più di 100mila euro da Regione Lombardia grazie al fondo per morosità incolpevole


Facebooktwittergoogle_plusmail

Nuove risorse a disposizione dei palazzolesi per affrontare l’emergenza abitativa, legata soprattutto al perdurare della crisi e all’aggravarsi della condizione economica e sociale di chi in questi ultimi anni è rimasto senza lavoro. Il Comune di Palazzolo sull’Oglio, infatti, insieme a quello di Chiari, ha predisposto un piano di azioni a sostegno della mobilità nel settore delle locazioni che è stato candidato ad un apposito bando di Regione Lombardia e al quale, una volta approvato, sono state destinate risorse per quasi 102 mila euro.

Contributi, a cui il Comune di Palazzolo ha aggiunto un ulteriore stanziamento di 10 mila euro ritagliato dal proprio bilancio, che saranno destinati alla rinegoziazione o alla stipula di nuovi contratti a canone inferiore, nei casi di morosità incolpevole, oppure al sostegno agli inquilini titolari di contratti sul libero mercato che si trovano in situazione di morosità incolpevole per agevolare la soluzione del problema abitativo.

Chi dunque dopo un licenziamento, un periodo di cassa integrazione, un mancato rinnovo di contratto o una grave malattia, infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare si trovi nella condizione di non poter pagare regolarmente il canone d’affitto al proprietario di casa o abbia già alcune mensilità arretrate non pagate potrà rivolgersi ai Servizi Sociali del Comune, che valuteranno con il proprietario la misura più idonea per affrontare la situazione ovviando allo sfratto.

35 mila euro, in particolare, saranno destinati alla copertura di morosità pregresse. Il proprietario che accetterà di annullare o di non procedere allo sfratto potrà ottenere direttamente dal Comune di Palazzolo un contributo fino a 2.500 euro a parziale copertura del debito accumulato dall’inquilino (comunque non più del 50% della morosità), a patto che si impegni anche a sottoscrivere un nuovo contratto di locazione, che incida indicativamente in misura non superiore al reddito ISEE del nucleo familiare (e comunque che non ammonti a meno di 250 euro mensili).
Poco meno di 64 mila euro, invece, saranno utilizzati per la costituzione di un fondo di garanzia da assegnare al proprietario che rinunci al deposito cauzionale all’atto della sottoscrizione di un nuovo contratto d’affitto e che accetti di incassare un canone mensile calmierato, compreso tra 250 e 400 euro. Al proprietario sarà in questo caso riconosciuta una garanzia di 3/6/9 mesi, in base alla diminuzione del cannone praticata, opportunità che tutelerà il locatore nel caso l’inquilino accumuli eventuali morosità per canoni ed oneri accessori.

Le risorse sono già a disposizione e si potranno richiedere fino al 31.12.2015. I contributi sono destinati a cittadini residenti a Palazzolo, titolari di un contratto di locazione regolarmente registrato, che si siano trovati in una condizione di morosità incolpevole per una riduzione di reddito determinatasi dopo la sottoscrizione del contratto e con un ISEE non superiore a 15 mila euro. Le domande dovranno essere presentate all’Ufficio Protocollo del Comune di Palazzolo, che le sottoporrà poi alla valutazione dei Servizi Sociali.

“Il gravissimo problema della morosità incolpevole e dei conseguenti sfratti negli ultimi anni ha segnato pesantemente il nostro territorio, toccando anche situazioni familiari che fino a qualche anno fa avevano un buon tenore di vita – commenta la vicesindaco e assessore ai Servizi Sociali del Comune di Palazzolo sull’Oglio, Nadia Valli -. Siamo consapevoli che il progetto non risolve tutte le problematicità presenti, ma siamo certi che offrire una serie di opportunità tra loro complementari per sostenere inquilini e proprietari costituisca, anche per questi ultimi, un’occasione assolutamente da valutare.”

(fonte: comunicato stampa)

Altre storie daPalazzolo