Quando facciamo qualcosa solo per noi? un invito a pensarci

Mercoledì 15 aprile alle ore 20.30 presso la Biblioteca di Capriolo l’Associazione Il Club presenta il libro “Il gregge sulla neve”, scritto dai palazzolesi Lara Beretta e Fulvio Fapanni, in chiave psicologica. La dott.ssa Monica Viola condurrà la serata accompagnata dagli autori e dalle note di Giuseppe Tarolli.
Questo romanzo poetico è denso di spunti introspettivi in cui ognuno di noi può rivedersi e riconoscersi. Parti di sé alla ricerca di consapevolezza verranno nutrite dalle parole degli autori. Parole che faranno nascere interrogativi, pensieri, riflessioni e legami con la propria storia personale…

Corri tra i venti di tramontana
corri nei venti australi
corri sui venti di levante e di ponente
perché sai dove andare
e lo sguardo precede il passo
fino al confine definito tra ciò che cerco e ciò che sei.
Da “Il gregge sulla neve”

“Hai mai suonato qualcosa per te, senza spettatori, solo per il piacere di donarti qualcosa?”
Nelle prime pagine del libro troviamo questa prima suggestione, che a me piace molto perché mette il protagonista del romanzo, e con lui il lettore, a confronto con interrogativi all’apparenza molto semplici. Ma che sono invece solo superficie di bisogni vitali e profondi.
Lara e Fulvio ci spingono a chiederci: “Quando facciamo qualcosa solo per noi? Per il nostro piacere?” E, aggiungo io, sappiamo davvero cosa vogliamo, cosa ci piace? Sappiamo contattare i nostri bisogni più profondi? Bisogni che spesso cambiano nei vari momenti della nostra esistenza…
A volte siamo talmente presi dal “fare” (lavoro, famiglia, hobby, impegni vari…) che non ci soffermiamo a “sentire”, ad ascoltarci, a riflettere su quanto stiamo facendo. Quindi proseguiamo. Andiamo avanti fino a quando accade qualcosa (un evento, le parole di qualcuno, una sensazione) che ci catapulta verso nuovi vissuti. Questo qualcosa accade perché siamo pronti per iniziare a intuire che così non possiamo più andare avanti, che non siamo davvero in contatto con ciò che siamo, che non sappiamo più chi siamo o cosa vogliamo. Sentiamo che qualcosa deve cambiare, siamo smarriti ma veniamo spinti da venti invisibili verso nuove consapevolezze.
È quanto accade a Carlo, il protagonista de “Il gregge sulla neve” che decide di rispondere a un’insolita offerta di lavoro per andare a vivere in un faro. Luogo magico e misterioso. Ricco di storie e leggende.
Qui inizia a snocciolarsi la storia su cui lasciamo un alone di mistero per invitarvi ad addentravi in essa attraverso la lettura di questo libro poetico e introspettivo che parla d’amore, dei suoi destini, dei cammini che ognuno di noi percorre per diventare ciò che è… E di molto altro ancora. “E il gregge? Che c’entra in tutto ciò? E perché pascola sulla neve?”. Vi starete chiedendo.
Venite mercoledì 15, alle 20.30 in Biblioteca a Capriolo e lo scoprirete! Dialogheremo con gli autori e ci fermeremo ad ascoltare…le loro parole, le note di una chitarra, le nostre emozioni.
Vi aspettiamo!

A cura della dott.ssa Monica Viola, psicologa.