Vai a…

RSS Feed

23 settembre 2018

Le parole che creano


Facebooktwittergoogle_plusmail

Siamo abituati a pensare alle parole come a qualcosa di “aereo”,
impalpabile, che non ha una consistenza reale.
Ne spendiamo tante, magari con leggerezza, oggi piu’ che mai,
mentre ne tacciamo molte altre…
Eppure è nell’esperienza comune constatare come una parola
possa cambiare uno stato d’animo.
Molti saggi, filosofi e poeti riconoscono alle parole il potere di “creare”
la realtà ; quello che una parola descrive Esiste, ha una sua
consistenza.
E alcune parole hanno anche il potere di operare un cambiamento.
Tutti leggiamo ogni giorno parole molto speciali, antiche e attuali,
provenienti da ogni parte del mondo e ognuno di noi ha la possibilità
di leggerle in piena libertà, spesso guidato e accompagnato dalla
propria sensibilità. Occorre tuttavia cercare di abbattere molti luoghi
comuni, pregiudizi, significati erronei che vengono attribuiti a parole
come Libertà, Perfezione, Sogni, Spontaneità…
Una strada lunga dove è facile smarrirsi.
Ma gli spiriti liberi di cui leggiamo le parole che ci risuonano, non hannoe
mai avuto la “pretesa” di insegnarci a vivere quanto, piuttosto, di
“svelarci” ciò che è in noi, dietro a sovrastrutture, orpelli,condizionamenti.
Forse solo a rivelarci il Sacro, l’ Eterno, presenti in ognuno di noi.
A cura di Maria Luigia Olivieri

ATLA Formazione

Tags: ,

Altre storie daPillole di consapevolezza