Vai a…

QUI PALAZZOLO

Il Blog di Palazzolo sull'Oglio

RSS Feed

19 luglio 2018

Giochi, danze e culture diverse: dal 4 all’8 maggio alla scuola “Paola Guarneri” la Settimana Internazionale


Facebooktwittergoogle_plusmail

La scuola dell’infanzia “Paola Guarneri”, appartenente al 1° Istituto Comprensivo di Palazzolo sull’Oglio di Palazzolo, da alcuni anni partecipa ai progetti europei di Partenariato Comenius, che prevedono la collaborazione tra scuole dei diversi paesi dell’Unione Europea.

Per gli anni scolastici 2013/15 è stato avviato un nuovo progetto di Partenariato Comenius dal titolo : “We all smile in the same language“ (Noi tutti sorridiamo nella stessa lingua) in cui sono coinvolte 8 scuole di altrettanti paesi (Italy – Palazzolo sull’Oglio; Greece-Salonicco; Spain-Cambrils; UK-Londra; Sweden-Halmstad; Portugal-Vialonga; Cyprus-Nicosia; Iceland-Reykjavik)

Dopo aver visitato le scuole greche, spagnole e inglesi, durante il mese di Maggio dello scorso anno si è svolto il meeting di Partenariato italiano nella nostra scuola a Palazzolo sull’Oglio, alla presenza di 17 insegnanti dei paesi partenariati. In quell’occasione, oltre ai momenti di lavoro previsti dal meeting nella nostra scuola, abbiamo visitato anche il Centro Loris Malaguzzi di Reggio Emilia, dove sono documentati tutti i progetti delle scuole innovative della città. Queste scuole sono visitate e offrono formazione ormai da decenni alle delegazioni di insegnanti di tutto il mondo.

Nel corrente anno scolastico il progetto è proseguito con i meeting e le visite alle scuole della Svezia, del Portogallo e di Cipro. Con la visita alle scuole dell’Islanda, prevista per il prossimo mese Giugno, si concluderanno i lavori del progetto.

Obiettivo generale del partenariato Comenius è migliorare la conoscenza e la comprensione dei modelli di scuola dell’infanzia dei Paesi partner. Tutto ciò attraverso contatti personali con gli insegnanti delle scuole dei diversi paesi per scambiarsi buone pratiche educative, conoscere diverse metodologie d’insegnamento e migliorare la capacità di lavorare e collaborare insieme. 

Inoltre, il progetto si pone come obiettivi:

– sviluppare maggiore consapevolezza della cittadinanza europea;

– migliorare il dialogo interculturale, valorizzando le diverse culture presenti nella nostra scuola attraverso la conoscenza di storie, danze, giochi e ricette di cucina;

– sviluppare le competenze logico-matematiche. Infatti, durante le visite alle scuole europee abbiamo assistito e appreso diverse tecniche per lo sviluppo e l’apprendimento della matematica. A seguito di ciò con i bambini a scuola abbiamo costruito diversi giochi matematici.

Momento importante del progetto sarà l’organizzazione in tutte le scuole dei paesi partner della Settimana Internazionale. Nella nostra scuola tale evento si svolgerà dal 4 all’8 Maggio.

Lunedì, 4 Maggio, i bambini sperimenteranno i giochi tradizionali proposti dai paesi partner;
Martedì, 5 Maggio, I bambini, guidati dai genitori delle diverse culture presenti nella scuola, si cimenteranno in danze tradizionali;
Mercoledì, 6 Maggio, I genitori narreranno ai bambini le storie nella loro lingua d’origine;
Giovedì, 7 Maggio, sarà la volta per i bambini di sperimentare la cucina dei diversi paesi del mondo, sempre supportati dai genitori.

La settimana si concluderà venerdì, 8 Maggio, con una giornata particolare che inizierà con un corteo dei bambini, aperto anche ai genitori, che partirà dalla scuola dell’infanzia con destinazione il Palazzo Comunale. Ad accogliere il corteo ci saranno l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Dott. Gianmarco Cossandi, e la Dirigente Scolastica, Prof.ssa Camilla Secchi, ai quali verranno donati dei prodotti realizzati dai bambini durante il progetto per ringraziare l’Amministrazione Comunale e la Dirigenza scolastica per l’attenzione, il sostegno e la disponibilità dimostrate nel sostenere il partenariato.

Al termine della mattinata, tempo permettendo, i bambini concluderanno la Settimana Internazionale con un pic-nic presso il Parco Metelli.

(fonte: comunicato stampa)

Altre storie daPalazzolo