Palazzolo. Al via la terza edizione del Work camp

Anche per quest’anno il Comune di Palazzolo sull’Oglio ospita l’esperienza del work camp, un’iniziativa di volontariato internazionale, che dall’estate 2013 vede la collaborazione tra la Cooperativa sociale La Vela e l’Amministrazione Comunale, nonché con alcune associazioni di Palazzolo sull’Oglio. Con il 2015 la proposta del work camp giunge quindi alla sua terza edizione.

Il 13 luglio hanno fatto il loro arrivo a Palazzolo sull’Oglio undici giovani volontari provenienti da Francia, Spagna, Russia, Serbia, Taiwan e Turchia che, affiancati da una camp leader (Giulia Chiari), da un gruppo di giovani volontari locali e dall’associazione ambientalista Ekoclub International (partner del progetto), saranno impegnati in lavori di cura e manutenzione degli spazi verdi della località Castrina, sulle sponde del fiume Oglio. Quanto alla sistemazione per le due settimane di permanenza, il gruppo di ragazzi soggiornerà presso gli spazi messi a disposizione dalla Fondazione Galignani. Attività di giardinaggio, pulizia di sentieri, realizzazione di pannelli segnaletici e tanto altro scandiranno le mattinate e i pomeriggi del gruppo di volontari. Non mancheranno poi momenti ricreativi e di svago, il tutto nell’ottica di innescare dinamiche di collaborazione e di scambio tra volontari e locali in un ambiente piacevole e favorevole all’instaurarsi di relazioni.

Durante il tempo libero verranno proposte diverse attività sportive (canoa, scalata e pesca) ed escursioni alla scoperta del territorio (Montisola, Lago d’Iseo, Bergamo, Lago di Garda, Verona, città di Brescia). Le giornate lavorative dei ragazzi si concluderanno con serate interculturali di conoscenza del territorio e di contatto con le realtà locali. Come per le edizioni precedenti del work camp, anche per quest’anno durante la fase organizzativa sono stati coinvolti tutti coloro che a titolo personale o come organizzazione hanno espresso la volontà di collaborare alla realizzazione dell’esperienza sul territorio del Comune di Palazzolo. Realizzare un work camp è infatti un’opportunità per valorizzare il proprio territorio, aperta a tutti i componenti di una comunità che a titolo formale o informale si occupano di volontariato, ma anche a chi volesse interessarsene a titolo personale.

Cooperativa La Vela, l’Amministrazione Comunale e le realtà coinvolte ritengono che l’importanza di un progetto di volontariato internazionale come questo risieda innanzitutto nel suo valore interculturale, nel suo essere occasione preziosa di incontro e di scambio fra culture diverse.

“Si tratta di un progetto già sperimentato con risultati positivi negli anni precedenti e che quindi si è inteso riproporre – sottolinea l’assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Palazzolo sull’Oglio, Gianmarco Cossandi -. L’aggregazione tra un gruppo di giovani (europei e non solo) che hanno culture diverse è senza dubbio un’esperienza dinamica e formativa già in sé, in più il valore aggiunto del progetto è nel legame che il gruppo di giovani stranieri insieme ai palazzolesi avrà con la nostra città, recuperando e valorizzando uno dei suoi luoghi caratteristici. Non va poi dimenticato – continua Cossandi – il ruolo fondamentale che svolgeranno le associazioni locali e tutte quelle realtà che hanno accolto con entusiasmo il progetto, a cui va la mia gratitudine. Un ringraziamento particolare va all’Ekoclub International, nella figura del presidente nazionale Fabio Massimo Cantarelli e vicepresidente Roberto Lancini, che, dopo tre anni di collaborazione, quest’anno è partner del progetto”.

(foto: Pagina Fb Workcamp Palazzolo)