Vai a…
RSS Feed

17 dicembre 2018

Palazzolo, nasce P.O.IS: 90mila euro da Regione Lombardia per sostenere il Piano Giovani. Prevista riqualificazione di Villa Lanfranchi


Facebooktwittergoogle_plusmail

Un nuovo insieme di opportunità per adolescenti e giovani tra i 18 e i 35 anni. È quanto si apprestano a mettere in campo gli ambiti distrettuali di Palazzolo (in qualità di comune capofila), Orzinuovi e Iseo attraverso il progetto “P.O.IS Network”, elaborato nei mesi scorsi, in continuità con il piano territoriale “Rete per l’occupabilità giovanile” del 2012, iscritto a maggio al relativo bando di Regione Lombardia e recentemente approvato con l’assegnazione di un finanziamento di 86.520 euro, pari al 60% del costo complessivo del progetto (circa 143 mila euro).

22 i Comuni coinvolti, oltre a 3 Istituti di Istruzione Superiore (“Falcone” e “Marzoli” di Palazzolo e “Cossali” di Orzinuovi), 9 soggetti privati e 13 associazioni giovanili, che insieme collaboreranno per i medesimi obiettivi strategici a sostegno degli oltre 26 mila giovani, tra i 18 e i 35 anni, residenti nel territorio di riferimento. Alla luce dei dati raccolti dagli sportelli Informagiovani, ai quali nel 2014 si sono rivolti 2.822 giovani tra i 16 e i 35 anni, richiedendo nel 63% dei casi un aiuto per trovare un lavoro, tenuto conto della loro scarsa specializzazione e di un progressivo incremento della disoccupazione giovanile, che in provincia è cresciuta dal 10,5% del 2009 al 18,6% del 2014, il progetto P.O.IS. si è posto tra gli obiettivi primari l’orientamento, la formazione e lo sviluppo di percorsi di alternanza scuola-lavoro o di esperienze di apprendistato civico che possano valorizzare i curricula professionali dei giovani, ma anche il sostegno a progetti di autoimprenditorialità, garantito dalla predisposizione di appositi bandi. Il piano, infatti, si fonda sul riconoscimento, da parte di tutti i soggetti coinvolti, che la posizione dei giovani nella società non è un fatto privato e individuale, ma un aspetto che interessa tutta la società, incidendo sulle prospettive di sviluppo di un territorio e sulle dimensioni dell’inclusione e della coesione sociale.

Centrale, in tal senso, diventa, tra l’altro, la creazione di presìdi educativi, come luoghi di incontro, scambio, formazione, accompagnamento dei giovani verso l’età adulta, oltre che di momenti di protagonismo giovanile, in cui ai ragazzi sia consentito, rapportandosi con realtà e associazioni locali, oltre che con le Amministrazioni Comunali, proporre concrete azioni di intervento negli ambiti che interessano la loro crescita e il loro futuro. Il progetto, pertanto, mirerà a favorire l’utilizzo, la fruizione e la messa in rete di alcuni spazi fisici dedicati, distribuiti sui territori di competenza. Palazzolo, Orzinuovi e Iseo hanno dunque scelto di riqualificare degli spazi di proprietà comunale e di destinarli in via prioritaria ad attività di associazioni e gruppi giovanili. Gli spazi (Villa Lanfranchi a Palazzolo, Castello Oldofredi a Iseo e la ex sede del Giudice di Pace a Orzinuovi) sono già disponibili e potranno presto essere attrezzati in funzione delle azioni del bando. La loro collocazione strategica rispetto ai territori di competenza li configura, inoltre, come un incubatore diffuso di produttività culturale, aggregativa, professionale, creativa, economica e coesiva.

Ad essi si affiancheranno alcuni ulteriori spazi satellitari portati in dote dai partner del progetto. L’ampiezza geografica del territorio, infine, unitamente alla volontà di garantire una mobilità dei giovani e una contaminazione di idee, interessi e opportunità, ha spinto gli enti coinvolti a prevedere anche l’adozione sperimentale di un camper itinerante, messo a disposizione dalla Cooperativa Il Nucleo; si tratta di un mezzo che contribuirà a dare
risalto alle attività organizzate sul territorio, rappresenterà una sorta di laboratorio itinerante e consentirà ai giovani di recarsi laddove sono organizzate le maggiori iniziative, documentando anche le attività svolte attraverso l’organizzazione di una web tv.

“P.O.IS. Network” è uno dei 23 progetti (su 43 presentati) approvati e finanziati da Regione Lombardia. A partire da questo importante (e per nulla scontato) risultato, il gruppo di lavoro che ha coordinato il progetto, di cui il Comune di Palazzolo è capofila, programmerà ora un vero e proprio Piano di Lavoro che svilupperà la sua azione nel corso di un anno, a partire dalla fine del mese di settembre. “Il finanziamento regionale ottenuto è senza dubbio un ottimo risultato, frutto della progettualità e della sinergia di numerose realtà pubblico-private di tre ambiti distrettuali, coordinate dal Comune di Palazzolo sull’Oglio. Un grazie dunque va a tutti i giovani e a coloro che hanno contribuito alla stesura di questo interessante progetto – commenta l’assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Palazzolo, Gianmarco Cossandi -, che, in parte, si pone in continuità con quanto di buono già realizzato nella prima annualità del Piano Giovani (in cui, tra l’altro, si sono attivati 12 tirocini formativi e borse lavoro, una delle quali tradottasi in un regolare contratto di lavoro, e diversi percorsi di apprendistato civico) e, in parte, andrà a offrire nuove opportunità per i giovani e nell’interesse dei giovani. L’auspicio – continua l’assessore – è che Amministrazioni, realtà pubblico-private e giovani continuino a collaborare in modo proattivo per concretizzare quanto, insieme, proposto all’interno del progetto”.

(fonte: comunicato)

Altre storie daPalazzolo