Vai a…
RSS Feed

12 dicembre 2018

Campo di calcio a San Pancrazio, le liste di maggioranza smorzano le polemiche e rilanciano: “Alle chiacchiere abbiamo risposto con i fatti”


Facebooktwittergoogle_plusmail

Riceviamo e inoltriamo:

“Nonostante la difficoltà di reperire le risorse necessarie per la realizzazione e la manutenzione delle opere pubbliche, in un periodo in cui sono drasticamente calati i trasferimenti agli enti locali, sono numerosi i lavori progettati e già portati a termine dall’attuale Amministrazione, che con grande attenzione ai costi, ma anche con la necessaria lungimiranza, ha dato risposte concrete ai bisogni di una città in costante evoluzione, a vantaggio di tutti i palazzolesi”. Ad affermarlo, in risposta ad un documento firmato dai gruppi consiliari d’opposizione e circolato nei giorni scorsi a Palazzolo sull’Oglio, sono le liste che sostengono le maggioranza: il Partito Democratico, Palazzolo – Città in Testa e San Pancrazio con Zanni.

Sul nuovo campo da calcio a 11, realizzato nella frazione di San Pancrazio, in particolare, le liste di maggioranza rispediscono al mittente una serie di accuse, chiarendo anzitutto che le opere complementari al rettangolo di gioco in sintetico, a partire dagli spogliatoi, non sono ancora concluse. “Per mesi l’opposizione ha osteggiato l’opera e ha messo in dubbio il fatto che questa Amministrazione riuscisse a portarla a termine – continuano le liste di maggioranza -. Alle chiacchiere rispondiamo con i fatti. Il campo è stato completato nei tempi previsti ed è già a disposizione della società calcistica locale e dei tanti sportivi palazzolesi. Un’opera conclusa senza enfasi né proclami, semplicemente ricercando gli accordi più favorevoli con la parrocchia di San Pancrazio, che investirà nella ristrutturazione dell’oratorio le risorse derivanti dalla vendita dell’area, e la società di calcio locale. Questa è la soluzione progettuale più vantaggiosa dal punto di vista funzionale ed economico, nel rispetto dei principi di legalità e trasparenza garantiti dal passaggio di tutti gli atti in Consiglio Comunale”.

Quanto ai costi, PD, Palazzolo Città in Testa e San Pancrazio con Zanni sottolineano come i precedenti progetti, elaborati dalle Amministrazioni Moreschi e Sala, non fossero andati oltre uno studio preliminare, senza un’adeguata e realistica valutazione economica e probabilmente in assenza di una reale intenzione di realizzare l’opera, viste le scarsissime risorse appostate per i lavori, nonostante in quegli anni il Comune potesse beneficiare di entrate consistenti, garantite dagli oneri di urbanizzazione. “Se questa Amministrazione è riuscita a reperire il denaro necessario per portare a termine l’opera è solo perché ha saputo gestire in maniera oculata le risorse disponibili, a partire dall’eliminazione degli sprechi, per esempio con la dismissione di So.Ge.Im. Non è accettabile quindi – continuano – che ciò che di buono si sta facendo per questa città venga sempre criticato da chi ha una visione miope e pregiudizievole e vorrebbe bollare sempre come propri progetti che non ha avuto la competenza e la forza di realizzare”. Il ruolo stesso dell’assessore Giulio Cotelli, aspramente e ingiustamente criticato su questa vicenda, è stato quello di impegnarsi nella ricerca delle migliori soluzioni progettuali per il nuovo campo da calcio, realizzando in tempi rapidi ciò di cui San Pancrazio, e tutta Palazzolo, aveva bisogno, prediligendo l’interesse pubblico, compreso quello economico, a quello meramente estetico.

“Si è deciso di non consumare ulteriore suolo e di prediligere soluzioni funzionali, sobrie e con spazi adeguati ai ragazzi, piuttosto che alternative artificiose e ridondanti, che sarebbero risultate ingiustificatamente più onerose. Nessuno spreco di denaro pubblico, insomma, semmai un’attenzione alla gestione oculata delle risorse, che non ha impedito comunque di raccogliere sfide coraggiose per adeguare la città alle sue trasformazioni, per esempio con la realizzazione di questo nuovo campo, ma anche con la scelta di destinare una fetta consistente del denaro a disposizione nelle casse comunali per l’ammodernamento e l’adeguamento degli edifici scolastici cittadini.”

“Abbiamo scelto di privilegiare le scuole, su cui le precedenti Amministrazioni avevano invece investito pochissimo, prediligendo opere come il bar galleggiante o il palatenda” conclude la maggioranza. “Forse la ragione di tante polemiche è che questa Amministrazione ha fatto ciò che altri non sono stati in grado di fare, dopo anni di promesse.”

PARTITO DEMOCRATICO PALAZZOLO SULL’OGLIO
PALAZZOLO – CITTA’ IN TESTA
SAN PANCRAZIO CON ZANNI

Altre storie daPalazzolo