Vai a…
RSS Feed

12 dicembre 2018

PALAZZOLO DIGITAL FESTIVAL: successo per la quarta edizione fra makers ed esperti di digitale [FOTO]


Facebooktwittergoogle_plusmail

 Si è conclusa con successo la quarta edizione del Palazzolo Digital Festival, il festival digitale della Franciacorta. Tanti i protagonisti che si sono susseguiti sul palco della kermesse promossa dalla Fondazione Galignani e organizzata dal team del Palazzolo Digital Hub (PDH), a cominciare da Bruno Lamborghini, Presidente di AICA, Associazione Italiana di Informatica e Calcolo Automatico che, insieme ai ragazzi del PDH, ha affrontato il tema della digitalizzazione delle imprese e del futuro dei giovani. «Ciascuno di noi oggi si costruisce il lavoro e non dobbiamo avere paura di creare qualcosa di nuovo» ha dichiarato il Professore.

Internet of Things e Sharing Economy i due grandi temi affrontanti quest’anno.

Stefano Saladino, Digital Strategist, ha delineato la grande opportunità che I.o.T (Internet of Things) rappresenta per le persone e per le imprese: oggetti costantemente connessi, macchine che dialogano tra loro…Potenziali benefici per tutti, ma attenzione alle insidie che la tecnologia può nascondere.

Fausto Torri, Manager di Accenture, ha aperto una finestra sul mondo di I.o.T con riferimento ai grandi player dell’industria che già applicano intensamente questa tecnologia con risultati impensati. Dalle loro attività scaturiscono modelli utilizzabili anche dalle PMI.

Stefano Sarasso di Ubiquicom ha parlato di sistemi di localizzazione in tempo reale per la fabbrica intelligente e la sicurezza sul lavoro, presentando case history significative.

Ma quanto è impiegata l’Internet delle cose dalle imprese italiane, e con quali obiettivi? L’indagine di RISE (UNIBS) presso 80 imprese manifatturiere ha messo in risalto, purtroppo, la scarsa attuazione di I.o.T. Secondo Massimo Zanardini dell’Università di Brescia, infatti, in Italia lo usa solo il 15% delle aziende.

A proposito, invece, di sharing economy (economia della condivisione che sta prendendo sempre più piede anche in Italia), «Quest’anno a Milano 1 milione e 200 mila persone hanno dormito in casa d’altri – ha raccontato Gea Scancarello, giornalista e autrice di “Mi fido di te” (Chiarelettere) – La Lombardia è la prima regione ad aver creato una legge sull’homesharing».

Domenica 27 la giornata più partecipata, che ha visto salire sul palco del festival i ragazzi della scuola media King di Palazzolo sull’Oglio, i quali hanno presentato i lavori realizzati durante il corso “Tutti pazzi per il coding“, il primo corso tenuto da studenti per altri studenti organizzato dal PDH.

Visto il successo dell’edizione sperimentale, Luca Frettoli, Direttore della Fondazione Galignani e Responsabile Coworking del PDH, ha annunciato l‘avvio di due prossimi corsi di coding per il 2016, che quest’anno verranno estesi anche alla scuola media E. Fermi di Palazzolo sull’Oglio.

A seguire, il giovane maker Michelangelo Pasinetti e il team dell’Hub Lab, il laboratorio digitale del PDH, hanno illustrato l’innovativo progetto di una mano robotica stampata in 3D che servirà come protesi, col vantaggio di avere una funzionalità simile alla mano naturale. La nuova mano robotica può muovere ogni dito indipendente e ruotare il pollice, proprio come una vera mano umana. Essendo completamente stampata in 3D, è estremante economica e versatile. Il suo cervello elettronico è una scheda apposita basata su Arduino, sviluppata presso il Palazzolo Digital Hub.

«Con il giusto materiale – ha affermato Michelangelo – la mano robotica potrebbe essere usata anche per fare free climbing!».

 

Durante la giornata, Gian Paolo Ghilardi, Responsabile della Palazzolo Digital Academy, ha illustrato i prossimi corsi del PDH. Quattro quelli definiti e pronti al via:Programmazione a Oggetti in C++, Dall’Idea al Fatturato, Photoshop Base e Programmazione App Android Base. Numerosi anche i corsi in discussione per il 2016.

A questo proposito, è previsto per sabato 10 ottobre, dalle 15 alle 19, un open day della Palazzolo Digital Academy presso la sede del PDH (Viale Europa 36G, al primo piano del Centro Fidelio). In quella giornata, si potranno conoscere in maniera più approfondita i corsi in programma e si potranno sottoporre le proprie richieste per quelli futuri proponendosi anche come eventuali docenti.

Fra gli appuntamenti di ottobre del PDH anche “Speech ‘n chips”, il secondo incontro degli aperitivi digitali organizzati presso la sede del Palazzolo Digital Hub. Dopo il successo del primo incontro, che ha visto la partecipazione di due protagonisti della Silicon Valley, a chiacchierare informalmente di fronte a birre e stuzzichini questa volta ci sarà Andrea Sesta di Lercio, il famoso sito di satira che sta spopolando sul web.

L’appuntamento è per Venerdì 23 Ottobre alle 19 sempre presso la sede del PDH.

 

Altre storie daPalazzolo