Vai a…
RSS Feed

12 dicembre 2018

Oscar Lancini attacca l’amministrazione Zanni: «Che schifo gli amministratori “moderati” che vanno contro natura!»


Facebooktwittergoogle_plusmail

Riceviamo e inoltriamo:

«Questo è un drammatico esempio di come si voglia far passare un’aberrazione della natura umana come una scelta legittima, progressista, moderata, anti-discriminatoria, innovativa, all’avanguardia, ma soprattutto morale e legittima».

Questo il secco e perentorio commento di Oscar Lancini a seguito delle dichiarazioni di Matteo Gatto, capogruppo della civica «Palazzolo città in testa» legata al Partito democratico palazzolese, rilasciate sul settimanale «Chiari Week» a favore delle unioni civili e dell’adozione da parte di coppie dello stesso sesso.

«Il pericolo è davvero questo, perché il tutto avviene attraverso le facce pulite di politici che quando hanno chiesto la fiducia alle tante famiglie del loro paese di certo non lo hanno fatto dichiarandosi a favore dell’antifamiglia, quella fatta da uomo-uomo o donna-donna. – ha aggiunto Lancini – Intendiamoci, nel letto di casa propria ognuno è libero di prendere e dare a chicchessia. E questa è una libertà sacrosanta. Ma nella società i valori fondanti della famiglia naturale composta da un uomo e una donna non possono essere confusi o sporcati da chi difende le unioni civili, che sono incivili, nascondendosi dietro la parola “amore”. Se difendere la famiglia, quella vera, significa essere tacciato di omofobia, sono orgoglioso di essere omofobo, perché la natura umana non è un reato d’opinione. Quando leggo che “i diritti civili segnano il grado di coesione e di avanzamento della nostra comunità” non comprendo di quale comunità si stia parlando, forse quella gay o Lgbt, di certo non quella cristiana. La Costituzione della Repubblica italiana fonda la sua società sulla famiglia, fatta da uomo e donna, e non contempla altre famiglie. Una società composta da coppie omosessuali porterebbe alla fine del mondo, problema che i gay risolvono con la stepchild adoption, altra porcata immane che tradotta significa “utero in affitto”».

«Mi schifa – ha concluso – un’Amministrazione, quella guidata dal sindaco Gabriele Zanni, che si definisce moderata, che è stata votata da tante famiglie normali e perbene, che sceglie arbitrariamente di sostenere una linea morale che va contro natura e contro la Costituzione. Questi che si definiscono tanto progressisti e democratici stanno calpestando la nostra moralità, la nostra quotidianità, la nostra religione, la nostra normalità. Mandiamoli a casa prima che facciano altri danni irreparabili!».

(fonte: comunicato stampa)

Altre storie daPalazzolo