Vai a…
RSS Feed

16 novembre 2018

Nel XVII secolo il consiglio comunale prende provvedimenti in favore della scuola, di Francesco Ghidotti


Facebooktwittergoogle_plusmail

Nel XVII secolo il consiglio comunale prende provvedimenti in favore della scuola

 

Palazzolo. Siamo negli anni precedenti lo scoppio della peste (1630-1631).

Il consiglio comunale il 31 dicembre 1625 “con voti 24 affermativi e 7 contrari  deliberava che fosse riconosciuta al maestro rev. don Francesco Tura, l’esenzione dalla tasse personali per incoraggiarlo a prendere la residenza in Palazzolo “acciò gli accresca l’animo di meglio insegnare agli figlioli che vi saranno mandati”.  In buona sostanza, aprisse una scuola per i nostri fanciulli.

Non solo i bambini di Palazzolo, ma anche dei paesi vicini seguivano le lezioni di don Francesco se dobbiamo prestare fede a ciò che leggiamo nel tariffario  del pedaggio sul ponte dell’Oglio del dicembre 1666  in cui si prescrive che “non  si debba far pagare detto pedaggio alli scolari che vengono ad imparar in questa terra, tanto Bergamaschi et di qualunque luogo siano”, e che l’appaltatore  “debba quelli lasciar  transitar liberamente et gratis”.

L’esenzione riservata agli scolari  provenienti dal  bergamasco  mi induce a pensare che il locale scolastico di don Tura si trovasse in Piazza: se fosse stato a Mura  gli scolari bergamaschi non avrebbero dovuto attraversare il ponte romano. E non sarebbe stato necessario invocare per loro l’esenzione del pedaggio.

Mi piace immaginare gli scolari  che a fine lezione, mescolati al traffico  delle ore di punta,  si rifugiano nei lunetti , ricavati sopra le spallette dei piloni, al sopraggiungere della diligenza del postale o al sopravvenire di  squadroni di militari a cavallo,  accompagnati  dalla salmerie e  richiamati al passo dal suono del trombettiere.  O riuniti in piccoli gruppi in attesa del carretto con un parente che tornava dal mercato del mercoledì e che li  avrebbe raccolti e riportata alle loro case.

 

di Francesco Ghidotti

 

Altre storie daDiario