super

LA PASSIONE PER IL PAESAGGIO: E’ DI NICOLA ALDO KUPFER IL SUPERSCATTO DEL MESE

Il tempo è tiranno. Con colpevole ritardo pubblichiamo il superscatto del mese di maggio. E alcuni cenni biografici dell’autore e della sua passione per la fotografia:

super

Nicola Aldo Küpfer, classe 1969. Nato a Chiari e vissuto fino al 1995 a Palazzolo sull’Oglio in via Zanardelli, 36. Laureato in Ingegneria Elettrotecnica al Politecnico di Milano, imprenditore nel settore tessile, ora residente a Corte Franca in Franciacorta.

Ho iniziato a fotografare nel 1980 con una piccola Kodak EKTRA, poi passato ad una Canon AF 35 M che mi ha introdotto nel magico mondo della fotografia. All’età di 16 anni mi fu regalata quella che era il mio sogno di allora: una Canon A1 nuova fiammante, che posseggo tutt’ora; macchina bellissima semi professionale con cui ho cominciato ad entrare nel mondo vero della fotografia. Una passione folgorante che ho coltivato per troppo poco tempo, fino al 1987 quando sono iniziati gli studi all’università.

Ho scattato poche cose ma già da allora ha incominciato a maturare in me la passione per il paesaggio trasformato dall’uomo. Il paesaggio con i segni dell’uomo, da poche tracce alla sua presenza stessa.

Dal 1988 ho poi fotografato poco e senza trasporto fino al 2014 quando, per gioco, ho scoperto Instagram. Da li la mia passione è ritornata, prepotentemente ed ho ricominciato a coltivarla, cercando di recuperare il tempo perduto. La passione per il paesaggio con le tracce dell’ uomo è rimasta ma nell’angolo ha incominciato a nascere la curiosità per la fotografia di strada, la street photography. Ora posseggo due macchine, sempre Canon: una bellissima EOS 6D full frame e la compatta di grande qualità G1X mk2 dalla quale non mi separo mai. La mia vecchia A1 è però sempre li che veglia su di me.