Ristrutturazione Rosta: si procede, presa d’atto del progetto di fattibilità

Presa d’atto da parte dell’attuale amministrazione comunale del progetto di fattibilità tecnico economica dell’ immobile Rosta Kayak Canoa Club, presentato dalla Società Sportiva “Kayak Canoa Club”, che prevede una spesa complessiva di Euro 222.500,00, dei quali Euro 197.000,00 per opere da appaltare ed Euro 25.500,00 per somme a disposizione.

Nella delibera si ricorda che il permesso di occupare l’area denominata “Rosta” adiacente il corso del fiume Oglio fu concesso al gruppo sportivo palazzolese “Kayak Canoa Club” con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 440 del 6 luglio1984 – in forza del suddetto atto, su una porzione dell’area concessa alla suddetta Società Sportiva è stato realizzato un impianto sportivo costituito dai servizi utili alla pratica del kayak/canoa (servizi igienici, spogliatoi, ripostiglio e zona rimessaggio imbarcazioni), dietro rilascio di apposita concessione edilizia approvata dalla Commissione Edilizia.

Con nota del 31 marzo 2017, poi, la stessa Società Sportiva ha sottoposto all’Amministrazione Comunale un progetto di riqualificazione dell’impianto sportivo kayak, finalizzato all’adeguamento delle strutture e all’abbattimento delle barriere architettoniche, impegnandosi a realizzare le relative opere a propria cura e spese. Continua a leggere

“Mi abbatto e sono felice”, 2 luglio monologo eco-sostenibile in Villa Kupfer

Nell’ambito di “Odissea – Festival della Valle dell’Oglio” 2017, domenica 2 luglio 2017 presso la Villa Küpfer (ritrovo in Piazza Castello) alle ore 21.00, si terrà lo spettacolo di Daniele Ronco “Mi abbatto e sono felice – il monologo eco-sostenibile” con la regia di Marco Cavicchioli, ispirato a “La decrescita felice” di Maurizio Pallante:

“Mi abbatto e sono felice” è un monologo a impatto ambientale “zero”, autoironico e dissacrante, che vuole lanciare una provocazione: far riflettere su come si possa essere felici abbattendo l’impatto che ognuno di noi ha sul pianeta Terra. Lo spettacolo non utilizza energia elettrica in maniera tradizionale. Continua a leggere