image1-5 copia
, , , , , , ,

Filodirame: quel filo sottile tra sogno e realtà

di Nadia Boioni

Settembre è un mese molto ricco per i palazzolesi, vi ho raccontato della realtà della Festa di Mura che si terrà il prossimo weekend, ed oggi voglio raccontarvi di un’altra magnifica realtà che vede nuovamente Palazzolo protagonista. Questa volta però il luogo in cui vi porterò è in realtà un ambiente magico, dove prendono vita tante realtà e racconti, sto parlando del Teatro Sociale in Piazza Zamara 9.

Continua a leggere

frozen copy
, , , , , , , ,

Festeggia gratis al Cinema!

Nel mezzo del cammin di nostra vita, ci ritroviamo in una selva oscura, fatta di tecnologia, smartphones, tablet, email, chat, sms, whatsapp, ondemand, e la diritta via sembra smarrita…

Lo staff del Cinema Aurora ha pensato quindi ad un modo piu’ tradizionale e “caldo” per farvi gli auguri di buon Natale e felice Anno Nuovo, invitando tutti ad una proiezione gratuita del film capolavoro della Walt Disney “Frozen, il regno di ghiaccio”, la sera di Martedì 23 Dicembre alle 21.00.  Giusto per rendere l’idea di quanto sia speciale questo film, vi segnaliamo che il 2 marzo 2014 si è aggiudicato due OscarMiglior film d’animazione e Miglior Canzone (Let It Go). È il film di animazione che nella sua categoria ha realizzato il maggiore incasso della storia del cinema.  Durante questa serata magica ci si scambieranno gli auguri di Buon Natale di persona e ci si sentirà come a casa…

L’ingresso sarà consentito fino ad esaurimento posti, quindi vi consigliamo di prenotare via mail all’indirizzo info@aurorapalazzolo.it

Vi ricordiamo inoltre la programmazione durante le festività, con la divertentissima commedia di Aldo Giovanni e Giacomo… Per tutte le informazioni: www.aurorapalazzolo.it


 

terra-posterVenerdì 19 Dicembre:

ore 20.45; MARY’S LAND, Terra di Maria, film campione di incassi in Spagna– ingresso 5€ – 3€

L’Avvocato del Diavolo riceve una nuova missione: interrogare, senza paura, chi confida ancora nelle ricette del Cielo. Sono dei truffatori? O dei truffati? Se scoprirà che le loro convinzioni sono false, continueremo come abbiamo fatto finora. Ma… se non ​​fosse una favola?

 


Sabato 20 Dicembre:
ore 21.00; IL RICCO IL POVERO IL MAGGIORDOMO, – ingresso 5€ – 3€

Domenica 21 Dicembre:
ore 16.00 e 20.30; IL RICCO IL POVERO IL MAGGIORDOMO, – ingresso 5€ – 3€


frozen

Martedì 23 Dicembre:

ore 21.00;

FROZEN, – evento speciale natalizio di Aurora – ingresso    gratuito con prenotazione obbligatoria a info@aurorapalazzolo.it


Venerdì 26 Dicembre:
ore 16.00 e 21.00; IL RICCO IL POVERO IL MAGGIORDOMO, – ingresso 5€ – 3€

Sabato 27 Dicembre:
ore 21.00; IL RICCO IL POVERO IL MAGGIORDOMO, – ingresso 5€ – 3€

Domenica 28 Dicembre:
ore 16.00 e 20.30; IL RICCO IL POVERO IL MAGGIORDOMO, – ingresso 5€ – 3€

aldgiogia) copy

 

50205 (1)
, , , , , , , ,

Al Cinema: I PINGUINI DI MADAGASCAR

Skipper il leader, Kowalski il cervello, Soldato il giovane volenteroso, Rico l’esperto d’armi: eccoli I Pinguini di Madagascar, il  gruppo di spie più esilarante, elegante e poco ortodosso del mondo che approda al cinema grazie alla Dreamworks Animation e alla Twentieth Century Fox.

I nostri magnifici quattro, artefici indimenticabili dell’eroico piano di fuga nel film d’animazione Madagascar, sono ora pronti all’esordio da protagonisti in un film tutto per loro.

In quanto agenti speciali fuori dal comune, la loro missione sarà risolvere un complicato caso di spionaggio, facendo squadra con l’organizzazione segreta “Vento del Nord”, capitanata da un lupo. Riusciranno i nostri eroi ad unire le forze e mandare in fumo il delirante piano del malvagio dottor Octavius Brine?

In programmazione al Cinema Aurora a Palazzolo: Sabato 6/12 ore 21, domenica 7/12 ore 16 e 20.30, lunedì 8/12 ore 16 e 20.30. Intero 5€, ridotto 3€. Acquista il biglietto qui.

Se avete pensato anche solo per un attimo che i tanti “Madagascar” erano sufficienti e che non c’era dunque bisogno di uno spin-off dedicato ai pinguini della serie, basteranno pochissimi minuti di questo film per farvi ricredere del tutto, nonostante, magari, siate persino già passati attraverso la serie televisiva.

Ci sono pinguini che si accontentano di un’esistenza da carini e coccolosi e ci sono pinguini che, al contrario, hanno fatto dell’avventura mozzafiato il loro pesce quotidiano. Come Skipper, Kowalski, Rico e Soldato. E poco importa se Soldato è davvero carino e coccoloso: il suo desiderio più grande è proprio quello di liberarsi di questa etichetta e poter dimostrare a Skipper di essere un membro a tutti gli effetti della squadra, meritevole e coraggioso. L’occasione gli verrà fornita dalla missione contro il malvagio Octavius Tentacoli, un ex polpo invidioso (ora umanoide geneticamente modificato) che minaccia di trasformare tutti i pinguini della terra in mostri.

Che i film d’animazione siano diventati molto più che semplice intrattenimento per bambini è risaputo,ma pochi film riescono a farlo come I Pinguini di Madagascar,e così questo nuovo prodotto targato Dreamworks,riesce nell’intento di portare in scena una pellicola che possa accontentare tutti,dal bambino al giovine all’adulto,senza lasciarsi scappare una vasta gamma di raffinatezze e riferimenti metacinematografici.

Protagonisti sono i quattro pinguini della trilogia di Madagascar,personaggi sicuramente minori,ma dotati di un fascino,uno houmour e una figaggine non indifferenti,e gli sceneggiatori si sono potuti sfogare con le battute e le situazioni spettacolari,che non risultano mai forzate o esagerate.
Skipper è una sorta di leader spirituale tra i quattro,che si finge compito e serio mentre poi è anch’egli un casinista, poi c’è Rico,il pinguino che ingoia tutto, molto divertente e soluzione a molte delle situazioni proposte,Kowalsky è quello realmente serio tra i tre,personaggio che funge da parodia di quei characters nei film d’azione che molto spesso se ne escono con frasi del tipo :- Siamo spacciati- oppure :-Moriremo tutti.- e infine c’è Soldato,il più piccolo e carino dei tre.

p1
Le gag comiche sono ben strutturate e si alternano a momenti infantili(ma non troppo) ad altri momenti in cui sono veramente geniali,soprattutto grazie a un discreto utilizzo del metacinema,si ironizza ad esempio di come i membri del Vento del Nord,questa organizzazione segreta,siano tutto fumo e niente arrosto,pieni solo di belle parole e effetti hollywoodiani,e non sembra tanto riferito ai personaggi del film quanto ai blockbuster per l’appunto di Hollywood,oppure la scena del grillo verso l’inizio (chi lo ha visto capirà),in cui si ironizza su uno dei clichè più utilizzati per far ridere i bambini,si prendono in giro i film action come 007 o Mission Impossible,sia nelle musiche che nelle azioni che compiono i personaggi,si ironizza sul fatto che nelle scene più spettacolari la colonna sonora irrompa quasi con prepotenza,insomma pur essendo un film abbastanza leggero,si riscontrà un che di geniale.
Il cattivo è una delle parti più belle del film perchè non è un vero cattivo,prima di tutto il suo nome,è un qualcosa di talmente banale,quanto geniale,perchè non è altisonante,è uno dei nomi più comuni del mondo,e poi l’aspetto fisico,che non lo accomunano assolutamente con la figura del villain,altro riferimento è il nome di copertura del villain che è una citazione anche abbastanza raffinata a un personaggio dei fumetti molto noto soprattutto nel mondo Marvel.

50060
, , , , , , , ,

Al Cinema: HUNGER GAMES – il canto della rivolta – parte I

Immaginatevi un mondo dove qualcuno ti controlla, sempre e dovunque… Dove chi c’è al comando puo’ decidere qualunque cosa.. Puo’ creare dei giochi dove 24 ragazzi devono scontarsi fino a che solo uno sopravvive… Dove una ragazza porta finalmente la speranza di un cambiamento… Dove, siccome questo cambiamento è pericoloso per il chi è al potere, qualcuno decide di cambiare le regole… Benvenuti a Capitol City, benvenuti agli Hunger Games!

In programmazione al Cinema Aurora a Palazzolo:

Sabato 22 novembre ore 21, domenica 23 novembre ore 20.30 – 5€ intero, 3€ ridotto

Hunger Games è un film grandioso, per le idee che racchiude, per quel senso di realtà mischiato a esperienze futuristiche… E’ un complesso di citazioni e rimandi cinematografici, da Truman Show a Minority Report, da In Time a Gattaca… nascoste in dettagli, difficili da trovare ma geniali.

C’è sempre grande movimento attorno alle saghe cinematografiche, soprattutto quando, già dal primo capitolo, riescono ad ottenere un grandissimo successo di pubblico e di critica, trasformandosi in dei veri e propri fenomeni sociali e di costume. Non erano tantissimi, soprattutto in Italia, quelli che credevano nella forza di Hunger Games, ma la storia creata da Suzanne Collins è riuscita a imporsi, con la stessa forza e determinazioni dei Tributi di cui racconta le battaglie, stravolgendo i pronostici, incantando ogni tipo di spettatore, rendendo orgogliosi i fan del libro. E le aspettative verso gli adattamenti per il grande schermo sono diventate ogni anno più alte: dopo un primo film dalle prospettive interessanti e un secondo capitolo dall’intensità travolgenti, cosa dobbiamo aspettarci da Hunger Games: Il Canto della Rivolta – Parte 1? Chi non è riuscito a resistere al richiamo della carta stampata, saprà già dove questo nuovo capitolo porterà Katniss Everdeen, cosa la costringerà ad affrontare e non vede l’ora di vedere la magia avvenire davanti ai propri occhi. Tutti gli altri, invece, si stanno ancora chiedendo come reagirà Panem all’attacco lanciato dai Tributi durante la chiusura de La Ragazza di Fuoco, alla distruzione del più grande simbolo della sua supremazia sui Distretti. Come si evolverà il mondo dopo gli Hunger Games?

Nicola Arzuffi

imgcrop
, , , , , , , , ,

Palazzolo al Cinema: #SCRIVIMI ANCORA

Esce domani al Cinema Aurora a Palazzolo #ScrivimiAncora, la commedia romantica che tratta dell’eterno dilemma dell’amicizia tra uomo e donna, tratto dal best-seller di Cecelia Ahern, la stessa autrice di quel P.S. I love you.

Moderno e contemporaneo, ma soprattutto british nell’animo. C’è molto del cinema di Richard Curtis in questo primo film in lingua inglese del tedesco Christian Ditter. Perché si ride di cuore dinanzi alla goffagine dei due protagonisti, da sempre amici ma soprattutto innamorati, anche se mai riusciti a dirselo. Rosie e Alex sono l’uno l’ombra dell’altra da quando sono bambini.

Sono fatti per stare insieme, eppure sentimentalmente parlando non è mai successo. Quasi mai successo. Tra un imprevisto e un’opportunità mancata il beffardo destino li costringe a separarsi. Lui in America, a Boston, e lei in Inghilterra. Con pancione da adolescente incinta all’insaputa del migliore amico. Che in cuor suo è molto altro. A non dividerli mai del tutto una ricca corrispondenza, tra lettere, e-mail e sms. Nel mezzo matrimoni, tradimenti, sogni futuri abbandonati, lutti, gioie, lacrime e in particolar modo tante incomprensioni. Perché il fato sembrerebbe essersi in mezzo tra Rosie ed Alex, negando loro l’opportunità di concedersi pienamente. Cuore a cuore.

Letta così, è evidente, #ScrivimiAncora parrebbe un filmetto strappalacrime nato dalla penna di Nicholas Sparks. Ma non è questo. Perché prima il libro della Ahern e poi l’adattamento di Juliette Towhid sono riusciti con grazia a dare un ritmo da commedia ‘articolata’ alla pellicola. Un film fatto di gag molto divertenti e inevitabili imprevisti, con l’immancabile colonna sonora pop ad impreziosire il tutto. Perfetti, elemento fondamentale per la riuscita di un titolo simile, i due mattatori. Cresciuta dopo le prime balbettanti prove d’attrice, la bella e lanciata Collins è qui la rappresentazione vivente della ‘sfiga’ fatta adolescente. Ed è clamorosamente credibile nella parte, grazie anche ad una buona alchimia con il co-protagonista maschile, ovvero il fascinoso Claflin. I due si fondono sin dalle prime battute, avvicinandosi e allontanandosi per 100 minuti di bugie e verità non dette, di inseguimenti e fughe. Lei moderna Roberts e lui moderno Grant, potremmo dire. Con Ditter che non si è ovviamente dimenticato l’amica ‘pazza’ da affiancare a Lily, a cui affidare le battute più esilaranti e spiazzanti. Perché come Curtis insegna ci vuole sempre il compagnone possibilmente bruttino ma maledettamente esilarante da abbinare alla coppia. Tutto questo seguendo poco più di 10 anni di vita dei due, tra aborti mancati e profilattici che si perdono nelle buie e tempestose vagine femminili.

#ScrivimiAncora arriva dritto al proprio obiettivo iniziale. Ovvero quello di raccontare una storia d’amore moderna e non drammaticamente strappalacrime per un pubblico contemporaneo. Divertendo, intrattenendo e perché no, persino commuovendo. Missione compiuta.

In proiezione Sabato 1 novembre ore 21.00 e Domenica 2 novembre ore 16 e 20.30

info sulla pagina facebook Aurora e sul sito web

imgcrop

, ,

Il volto di Cristo, i gufi e il Drago delle Robinie

Riceviamo e inoltriamo dal Centro Artistico e Culturale di Palazzolo sull’Oglio in collaborazione con la scuola d’arte “Aldo Kupfer” e l’assessorato alla cultura del Comune di Palazzolo sull’Oglio:

“Trasmettiamo la locandina della prossima mostra che si terrà presso la nostra sede, in piazza castello, dedicata al pittore Learco Bezzi in arte GABI recentemente scomparso con preghiera di volercela cortesemente pubblicare.

Con l’occasione ci permettiamo di segnalare che i palazzolesi che abitualmente frequentano il parco delle robinie, avranno notato che, in due tronchi di piante tagliate ed ubicate vicino al bar, sono state scolpite, per nostro conto ed in collaborazione con il Movimento Cooperativo, dei gufi in mezzo ai fiori, uno scoiattolo ed un gnomo.

Tale opere sono state realizzate dal nostro socio, nonché ex allievo della nostra scuola d’arte, dallo scultore Luigi Zatti, detto IL ROSSO di Zone.

Questo artista ha scolpito, nei boschi del monte Guglielmo, un intero bosco, conosciuto come il bosco degli Gnomi, tutta una serie di personaggi fantasiosi, animali del bosco e grandi draghi.

Continua a leggere